Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Vuoi tirare due calci al campo comunale? A GRAZZANISE è impossibile! Vista l'urgenza SENSO CIVICO organizzerà una petizione per la riapertura delle strutture sportive


      Il paese oltre ad essere senza un’amministrazione eletta, dato che il consiglio comunale è stato sciolto, per la terza volta, per infiltrazione, è anche senza sport. Le strutture comunali sono state chiuse perchè mancano diverse importanti certificazioni.  La raccolta firme si terrà  lunedì prossimo, 2 aprile.     GRAZZANISE – La triade commissariale che guiderà il […]

    Nella foto il campo sportivo R.Massaro

     

    Il paese oltre ad essere senza un’amministrazione eletta, dato che il consiglio comunale è stato sciolto, per la terza volta, per infiltrazione, è anche senza sport. Le strutture comunali sono state chiuse perchè mancano diverse importanti certificazioni.  La raccolta firme si terrà  lunedì prossimo, 2 aprile.

     

     

    GRAZZANISE – La triade commissariale che guiderà il paese per almeno 18 mesi avrà da sbrogliare diverse questioni, alcune delle quali di particolare urgenza dato che riguardano  le attività quotidiane che, nel periodo pre-commissariale/pre-scioglimento per camorra, si svolgevano in piena regolarità.

    I piccoli centri hanno poche attrattive e, tra queste, occupa un ruolo fondamentale, molto spesso, lo sport. Quando anche l’occasione di una partita a pallone o a pallacanestro viene meno, vuol dire che qualcosa nel profondo del sistema locale non funziona, o non funziona correttamente.

    Nella foto i cancelli chiusi della villetta comunale e della tensostruttura

    In poco tempo Grazzanise ha perso il campo sportivo R.Massaro, la tensostruttura di via Tonnetta e la villetta comunale di via Albero lungo. Logicamente si tratta di chiusure “motivate”, magari la tempistica e le modalità adottate , agli occhi dei cittadini che poco si appassionano di agibilità, certificati e bla bla bla, sono apparse, probabilmente,  leggermente coattive, ma, precisiamo, si tratta di scelte dovute. Alla base di queste “chiusure” c’è l’assenza, appunto, di varie certificazione senza le quali non è possibile aprire al pubblico questi luoghi.

    Si dovrebbe riflettere e meditare sul perché dell’assenza di queste certificazioni,  senza scaricare, eccessivamente, la colpa su chi, accortosi della mancanza ha disposto la chiusura dei siti sportivi.

    Consapevoli dell’urgenza sociale in cui versa Grazzanise, il comitato Senso civico, lunedì prossimo, 2 aprile, darà vita ad una raccolta firme “Ri…apriamo lo sport” per sollecitare la nuova triade  alla “riapertura delle strutture comunali, favorendo  il percorso di integrazione dei giovani e sottraendo le opere stesse  all’incuria del tempo e degli uomini; per favorire una ricomposizione positiva dei gruppi a beneficio del tessuto sociale, offrendo modalità e strumenti di aggregazione e di educazione ad una reale convivenza armoniosa e di partecipazione, coscienti delle oggettive difficoltà entro cui  dovrà muoversi la Commissione Straordinaria”

    Giuseppe Tallino

    QUI SOTTO IL TESTO DELLA PETIZIONE

    Grazzanise, 2 Aprile 2013

    Alla Commissione Straordinaria

    del Comune di GRAZZANISE

     

    Oggetto: petizione popolare per la riapertura degli impianti sportivi  – “Ri…apriamo lo sport”.

    Il Comitato Cittadino “Senso Civico”  e i sottoscritti, tutti cittadini di Grazzanise,

    PREMESSO CHE

    • nella corrente stagione sportiva 2012/13 l’attività agonistica e non agonistica che si svolgeva nel campo di calcio in via Motta, è stata interrotta senza soluzione di continuità a causa dei problemi relativi alle certificazioni attestanti l’agibilità dell’impianto;
    • a tutt’oggi tale impianto è chiuso ed in preda al un costante degrado, legato all’incuria e allo stato di abbandono;
    • ulteriori problemi di certificazioni per l’ agibilità si sono verificati anche per la tensostruttura  di Via Tonneta;
    • il campo sportivo in questi anni ha accolto l’attività di centinaia di giovani, impegnati nei campionati dilettantistici provinciali e regionali ed in quelli giovanili;
    • esso rappresenta l’unica struttura pubblica per la pratica calcistica ed anche un momento di forte aggregazione e di crescita sociale nonchè di educazione al vivere civile nel rispetto delle regole;
    • la sua chiusura ha privato centinaia di giovani di Grazzanise dell’esercizio della pratica sportiva;
    • tale situazione si è acuita anche con la chiusura della tensostruttura;
    • alla luce di tutto ciò, ai giovani di Grazzanise non rimangono alternative se non quelle della strade e di una crescente marginalità, spesso anticamera  di fenomeni preoccupanti  e di evidente disagio;

    Il Comitato cittadino ”Senso Civico” e i cittadini firmatari , pur non entrando nel merito degli aspetti tecnico-amministrativi all’origine di tali provvedimenti;

    ATTESO che è indifferibile la riapertura degli impianti, proprio  per favorire una ricomposizione positiva dei gruppi a beneficio del tessuto sociale, offrendo modalità e strumenti di aggregazione e di educazione ad una reale convivenza armoniosa e di partecipazione;

    COSCIENTI delle oggettive difficoltà entro cui  dovrà muoversi la Commissione Straordinaria,

    CHIEDONO

    che in tempi brevi si attivino tutte le procedure utili a consentire la riapertura delle strutture comunali, favorendo  il percorso di integrazione dei giovani e sottraendo le opere stesse  all’incuria del tempo e degli uomini;

    IL COMITATO sin d’ora si rende disponibile per qualsiasi tipo di collaborazione finalizzata al raggiungimento di tali  obiettivi.

    IL Comitato SENSO CIVICO

    PUBBLICATO IL: 29 marzo 2013 ALLE ORE 15:35