Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    VACANZE A ROCCAMONFINA – I pregi e i difetti raccontati da una turista


    Silvana Mazza: “ Se cercate il nulla, inteso come quiete  in una vacanza, allora vi sprono a scegliere la località  turistica  Roccamonfina”.   ROCCAMONFINA - I turisti in soggiorno nel comune montano, hanno assegnato  alla località turistica Roccamonfina, la bandiera bianca della tranquillità.  “ Se cercate il nulla, inteso come quiete  in una vacanza, allora […]

    Nella foto, da sinistra, Silvana Mazza e la madre Carmela Ruggiero

    Silvana Mazza: “ Se cercate il nulla, inteso come quiete  in una vacanza, allora vi sprono a scegliere la località  turistica  Roccamonfina”.

     

    ROCCAMONFINA - I turisti in soggiorno nel comune montano, hanno assegnato  alla località turistica Roccamonfina, la bandiera bianca della tranquillità.  “ Se cercate il nulla, inteso come quiete  in una vacanza, allora vi sprono a scegliere la località  turistica  Roccamonfina”.  Questa una delle prime  affermazioni di Silvana Mazza, arredatrice napoletana 46enne, dopo aver scelto nuovamente come luogo di villeggiatura il piccolo Comune montano. Nel ribadire gli aspetti positivi come la tranquillità e la salubrità  dell’aria, Silvana ha voluto anche evidenziarne i  negativi che non le stanno consentendo di godere a pieno il periodo di  vacanza.

    “Sono stata felice di ritornare dopo 3 anni a Roccamonfina - ha riferito Silvana Mazza –  ma in queste prime settimane ho constatato che oltre la tranquillità e l’aria salutare, il luogo di villeggiatura non offre  attrazioni  da poter garantire a noi turisti un minimo di svago. Il mio rammarico più grande, è stato quando  ho verificato personalmente che neanche per piccoli spostamenti è stato messo a disposizione un servizio di navetta. Chi, come me, si ritrova senza auto, deve affrontare anche il disagio relativo alle sporadiche corse dei mezzi pubblici che non mi hanno permesso neanche di visitare i comuni limitrofi.   

    Unitamente a tutto questo, il calo delle temperature, accompagnato da forti temporali, ha privato noi tutti, ma maggiormente ai miei due bambini,  dell’elemento fondamentale per cui vale la pena soggiornare a Roccamonfina: la villa comunale.

    Il piccolo comune, è uno dei pochi territori montani, in cui spira la brezza marina, poi è facilmente raggiungibile da Napoli, ma mio malgrado devo affermare che, solo chi vuole il niente,  inteso  in senso positivo di inattività , può scegliere Roccamonfina, visto che solo cosi potrà riposarsi . Se ad  una lupa solitaria come me – conclude Mazza – può andar  bene, la  calma  che si registra in tutti i luoghi, a lungo andare questo stato di cose determinato dal dolce far niente, può causare nei turisti la depressione, allora  mi permetto di consigliare a coloro che si prefiggono di cambiare le sorti del paese, di incominciare a realizzare   progetti finalizzati,  a fornire a noi turisti qualcosa di coinvolgente ed eccitante,   cosi da farci poi  godere a pieno della tranquillità”.

    Anna Izzo

    PUBBLICATO IL: 15 luglio 2013 ALLE ORE 13:02