Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    TUTTE LE FOTO ESCLUSIVA CASERTA – NON CI SI PUO’ CREDERE!!! Mezzo milione di euro del Piu Europa per fare solo 700 metri di strada da Casola ai terreni di Cuscunà


      Abbiamo voluto renderci conto di persona dell’assurdità e dell’assoluto disancoraggio di un progetto come questo dallo spirito del Piu. Questi faranno 700 metri di asfalto e ne resteranno altrettanti di tratturo bucato ed impraticabile CASERTA – Testardi. Determinati, nonostante lo spettacolo deprimente di una città che non ha coscienza di se stessa, delle sue bellezze, […]

    Le foto indicano il punto di partenza e il punto di arrivo della Casola Valle di Maddaloni

     

    Abbiamo voluto renderci conto di persona dell’assurdità e dell’assoluto disancoraggio di un progetto come questo dallo spirito del Piu. Questi faranno 700 metri di asfalto e ne resteranno altrettanti di tratturo bucato ed impraticabile

    CASERTA – Testardi. Determinati, nonostante lo spettacolo deprimente di una città che non ha coscienza di se stessa, delle sue bellezze, della qualità assoluta di certi suoi luoghi meravigliosi, come quelli usciti da una vera e propria cartolina delle campagne, che da Casola declinano, nel piano inclinato collinare, verso Valle di Maddaloni. Ci siamo andati di persona in quello stradello, in quel tratturo martoriato dalle buche.

    Ci siamo andati, perchè ci hanno raccontato, in questi giorni, di una cosa ancor più incredibile delle tante che questo giornale ha narrato e scritto sulle gare d’appalto per i lavori, finanziati dal Piu Europa, cioè da Bruxelles, per tramite, purtroppo (e vedremo tra poco il perchè purtroppo), dalla Regione Campania.

    Uno dei progetti già assegnati al solito “Caprio qualsiasi” è relativo proprio ai lavori da realizzare, per una cifra superiore al mezzo milione di euro, per dare una struttura percorribile a questo tratturo, unendo la lingua d’asfalto già esistente tra le abitazioni di Casola e la zona prospiciente alla cappelina che sorge nel citato tratturo, fino all’altra lingua d’asfalto, molto meglio strutturata e molto più presentabile, realizzata dal versante di Valle di Maddaloni.

    Sentite un po’ questa, perchè a Caserta, veramente non se ne può più: i lavori realizzerebbero solo 600, massimo 700 metri di asfalto, fino, per intenderci, soprattutto per coloro che conoscono la zona, ai terreni della famiglia Cuscunà.

    Poco meno, dunque, della metà del tratto di percorrenza tra la fine dell’asfalto di Casola, all’inizio dell’asfalto di Valle di Maddaloni. Tutto il resto rimarrebbe così come è, cioè impercorribile. Una vera vergogna. Un progetto che era già inutile di per sé, perchè va ad incidere su un territorio per il quale l’ultima priorità è costituita da una stradina sperduta di campagna da asfaltare, che diventerebbe, qualora fosse confermata questa indiscrezione, un’autentica truffa consumata ai danni dei contribuenti di tutta Europa.

    Senza voler scomodare la ragion d’essere di carattere generale dei finanziamenti chiamati Piu Europa, dato che su questi concetti ci siamo prodotti più volte e, sistematicamente invano, ci limitiamo solo a citare testualmente quello che c’è scritto alla voce “Obiettivi” del programma del Piu Europa Caserta, pubblicato su un sito costruito ad hoc e non si sa quanto costato: “Il Piu Europa….. intende contribuire alla promozione di un processo di trasformazione urbana sostenibile della Città attraverso il perseguimento delle seguenti priorità strategiche: valorizzazione e riqualificazione del tessuto urbano; miglioramento della vivibilità; miglioramento dell’integrazione sociale“. 

    Avete letto? E che ci azzecca il concetto di trasformazione urbana da realizzare attraverso degli interventi mirati, ma che abbiano un connotato che li colleghi concettualmente tra di loro rispetto ai principi fondativi del Piu Europa, con qualche quintale d’asfalto buttato su una stradina di campagna che attraversa poderi e meravigliosi boschetti.

    Tutto questo non ha senso. O meglio non avrebbe senso in una città normale governata da amministratori sufficientemente capaci. Qui il senso c’è e si capisce fin troppo bene.

    Gianluigi Guarino

     

    POST SCRIPTUM – Questo progetto, come gli altri del Piu Europa ha potuto diventare oggetto di una gara d’appalto perchè c’è stata una dirigente degli uffici tecnici della Regione Campania, legata da rapporti di reciproca stima con il dirigente del Comune di Caserta Carmine Sorbo, che l’ha presentata a sua volta anche all’ottimo Maurizio Mazzotti, che ha dato il suo palcet e che ha certificato questi 700 metri di strada che fanno rimanere intatti ed impraticabili altrettanti metri del tratturo, sono un progetto che valorizza, in maniera innovativa le reti urbane. Naturalmente, di questa solerte dirigente torneremo a scrivere.

     

    PUBBLICATO IL: 20 settembre 2013 ALLE ORE 19:25