Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGG.12.22 – TUTTE LE FOTO – Emergenza rifiuti a MONDRAGONE? Continua la “mondragoneide” del sacchetto fuori ai lidi e agli esercizi commerciali. Piazza e Fusco: “Vi spieghiamo il perchè”


      Mentre i parenti e amici degli amministratori comunali lincano foto sulle condizioni dei cassonetti fuori agli esercizi commerciali degli oppositori, dalla città giungono a Casertace altre segnalazioni, questo perchè era stata superata la crisi   di Max Ive Agg.11.57 - Per cercare di capire cosa sta accadendo nel comparto rifiuti di Mondragone, abbiamo tentato […]

     

    Mentre i parenti e amici degli amministratori comunali lincano foto sulle condizioni dei cassonetti fuori agli esercizi commerciali degli oppositori, dalla città giungono a Casertace altre segnalazioni, questo perchè era stata superata la crisi

     

    di Max Ive

    Agg.11.57 - Per cercare di capire cosa sta accadendo nel comparto rifiuti di Mondragone, abbiamo tentato di dare un’occhiata alle determine di liquidazione predisposte dal Comune di Mondragone, nonchè ascoltato due rappresentanti del mondo politico locale, l’ex consigliere Mario Fusco e l’indipendente Giuseppe Piazza.

    Ebbene il Comune di Mondragone con due determine dirigenziali le numero 60 e 61 del 27 gennaio scorso ha previsto il pagamento di due porzioni di canone, uno di 27 mila euro circa e l’altro di 72 mila euro alla Tekra a saldo di due fatture di agosto e e di settembre. Nel contempo sarebbe stata prevista la liquidazione della fattura del mese di ottobre. Ovviamente, si è giunti a fine mese di gennaio per liberare dei fondi da destinare al servizio offerto dalla società che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti di Mondragone, e poichè tra la predisposizione degli atti e il pagamento effettivo sul conto corrente dell’azienda occorreranno alcuni giorni, ecco che quasi sicuramente i dipendenti si trovano nella posizione di dover attendere lo stipendio. Questo, con ogni probabilità ha creato qualche malumore e stamattina i sacchetti sono rimasti a terra.

    “Non conosco nei particolari ciò che sta accadendo – ha precisato Mario Fusco ex assessore all’Ambiente – ma quasi sicuramente il fatto che i sacchetti fanno bella mostra in città, dipende da una forma di protesta dei netturbini che vogliono tenere alta la tensione sulla questione retribuzione. Ho sempre invitato l’amico Zoccola a non essere molto duro e drastico con gli operatori ecologici, in quanto per esperienza, anche se ci sono degli accordi e degli atti amministrativi tesi a risolvere la questione retributiva, i dipendenti del comparto rifiuti quando possono fanno sentire il loro peso specifico protestando, non appena ci sono dei ritardi nei pagamenti degli stipendi”.

    Per il consigliere Giuseppe Piazza invece: “Tutto il lungomare di Mondragone è in condizioni pietose, così come mostrano le foto. Ci tengo a ripetere, come già precisato ieri, nel comunicato stampa sottoscritto con il collega Michele Conte, che in questi giorni stiamo assistendo all’ennesima criticità nella raccolta dei rifiuti dovuta, ancora una volta, alla mancata erogazione degli stipendi agli operatori ecologici e questo perché la società che gestisce l’appalto dei rifiuti ha ottenuto, solo da qualche giorno appena, le determine di pagamento dei mesi di agosto, settembre e ottobre 2013, mentre ai mondragonesi è stato chiesto di pagare tutta la TARES entro il 16 dicembre scorso.

    Se l’Ente – conclude Piazza-  sta vivendo momenti di difficoltà di cassa, è proprio necessario che l’esecutivo distribuisca patrocini a tutto spiano? Se il sindaco in Consiglio comunale ha dichiarato che vi sono difficoltà di bilancio, perché non pone un freno a questo inarrestabile fiume di donazioni?

    L’operato di un’Amministrazione non si giudica da quanto essa elargisce in patrocini, ma solo ed esclusivamente da quanto di concreto realizza in favore della crescita economica e sociale della propria comunità“.

     

    MONDRAGONE – Ahi, Ahi, Ahi, questo perchè qualcuno, dopo la segnalazione che ci inviarono i commercianti della Domiziana e di viale Margherita e che noi pubblicammo prontamente, tentò di precisare a mezzo stampa (su altri mezzi di informazione), che era rientrata la protesta dei dipendenti della Tekra che volevano essere pagati gli arretrati… e via discorrendo. Possiamo pure pensare che il problema dei dipendenti della Tekra è stato superato…

    E’ perchè stamattina, venerdì i rifiuti continuano a fare bella mostra in città? Perchè sul lungomare di Mondragone ci sono ancora dei “residui bellici della monnezza”?

    Diciamo solo Ahi, Ahi, Ahi e nulla più alla “mondragoneide dei rifiuti”. E’ inutile che parenti e amici degli amministratori locali poi ci lincano foto sulla situazione di emergenza davanti alle strutture turistiche degli esponenti dell’opposizione….!

    Come diceva San Filippo Neri: “Fate i buoni se potete…” e ragionate piuttosto sui disservizi resi alla cittadinanza dopo la stangata Tares di Natale.

    Max Ive

     

    PUBBLICATO IL: 31 gennaio 2014 ALLE ORE 11:28