Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGG. 19,13 TERRA DEI FUOCHI – Sì all’impiego dell’esercito in Campania per contrastare le Ecomafie


        Si tratta di un contigente complessivo di 400-500 militari. Lo afferma il sottosegretario di Stato Gioacchino Alfano, commentando le modifiche al testo del decreto legislativo sulla Terra dei Fuochi Agg. 19,13-  Un contingente complessivo di almeno 400-450 militari, da impiegare a rotazione per assicurare una vigilanza continua ai siti, laboratori ‘campali’ (compresi quelli per […]

     

     

    Si tratta di un contigente complessivo di 400-500 militari. Lo afferma il sottosegretario di Stato Gioacchino Alfano, commentando le modifiche al testo del decreto legislativo sulla Terra dei Fuochi

    Agg. 19,13-  Un contingente complessivo di almeno 400-450 militari, da impiegare a rotazione per assicurare una vigilanza continua ai siti, laboratori ‘campali’ (compresi quelli per le rilevazioni nbc -nucleare, biologico e chimico) adatti all’utilizzo anche in luoghi impervi e dissestati, sistemi di sorveglianza notturna terrestre e piccoli ‘droni’, aerei senza pilota del 41° reggimento Cordenons di Sora (Fr): potrebbe concretizzarsi in questo modo, apprende l’Adnkronos in ambienti della Difesa, il contributo dell’Esercito nel caso di un eventuale invio nella ‘Terra dei Fuochi’. Oggi il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano ha espresso il parere favorevole del governo all’impiego dell’Esercito in Campania, per contrastare piu’ efficacemente il fenomeno delle ecomafie nella zona al confine tra Napoli e Caserta. Il contingente militare dovrebbe essere reperito tra i soldati della brigata bersaglieri Garibaldi e potrebbe, in caso di necessita’, essere portato fino a 800 uomini. I laboratori campali sarebbero forniti dal 7 reggimento Nbc di Civitavecchia secondo un indirizzo operativo ‘dual use’ dei mezzi in dotazione, vale a dire idonei all’impiego sul territorio italiano e nelle missioni all’estero. L’utilizzo di uomini e mezzi dell’Esercito per la sorveglianza nella Terra dei fuochi, si fa notare, avverrebbe solo in caso di eventuale richiesta delle prefetture.

    Il Sottosegretario di Stato alla Difesa Gioacchino Alfano, annuncia: “Il Governo da parere favorevole all’impiego dell’esercito in Campania, per contrastare più efficacemente il fenomeno delle ecomafie nella zona al confine tra Napoli e Caserta“. Lo comunica commentando le modifiche al testo del decreto sulla Terra dei Fuochi. “Una volta tanto le forze politiche sotto state tutte d’accordo, o quasi, aoffrire soluzioni concrete per risolvere un problema specifico. Quello che è accaduto sulla Terra dei Fuochi – continua il Sottosegretario Alfano e coordinatore in Campania di Nuovo Centrodestra – è il classico esempio di come far politica, non a suon di polemiche e cercando di denigrare l’avversario, ma mettendo a disposizione lo strumento legislativo migliore per risolvere l’emergenza“. Per Gioacchino Alfano: “Quello che già era un buon decreto è stato migliorato con la partecipazione di tutte le forze politiche tranne l’astensione del Movimento 5 stelle

    PUBBLICATO IL: 14 gennaio 2014 ALLE ORE 17:28