Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Sconfitta su tutta la linea. Scompare l’amianto, ma il comune di GRAZZANISE si arrende agli inquinatori e toglie i cassonetti del vetro e degli abiti usati


      E’ stata un’azione drastica, forse necessaria, ma questa, a nostro avviso, sentenzia la triste vittoria dei barbari  GRAZZANISE - Abbiamo dedicato un paio di articoli ai rifiuti e all’amianto gettati vicino ai cassonetti del vetro posizionati a fianco del mausoleo di cemento che contiene la regia delle pompe idriche del paese. Abbiamo manifestato la […]

    Nella foto la zona a pochi passi dalla stazione prima di essere ripulita

     

    E’ stata un’azione drastica, forse necessaria, ma questa, a nostro avviso, sentenzia la triste vittoria dei barbari 

    GRAZZANISE - Abbiamo dedicato un paio di articoli ai rifiuti e all’amianto gettati vicino ai cassonetti del vetro posizionati a fianco del mausoleo di cemento che contiene la regia delle pompe idriche del paese.

    Abbiamo manifestato la nostra personale indignazione dinanzi alla barbarie di ignoti cittadini capaci di adagiare in quel luogo tavole di amianto senza pensarci due volte, senza badare che a due passi c’era la stazione dei Carabinieri e a tre c’era la trafficatissima Sp 333.

    Quegli stessi cittadini che ci hanno fatto notare lo scempio, indignati, ci hanno avvisati, meravigliati, che la zona era stata ripulita. Completamente. Il fatto strano però è che a scomparire non è stata solo la monnezza traboccante dai cassonetti (che del resto avrebbero dovuto contenere solo vetro e abiti usati), abracadabra e sono sparite pure le campane per il vetro, come a dire: visto che non sapete utilizzarli, dato che la zona era diventata una mini discarica indifferenziata, ve li togliamo.

    E’ stata un’azione drastica, forse necessaria, ma che sentenzia, a nostro avviso,  una sconfitta su tutta la linea, una disfatta che l’ha data involontariamente vinta ai tanti barbari incapaci di gestire i servizi che vengono loro offerti.

    Altro aspetto. L’amianto non c’è più. E’ stato rimosso. Allora, è arcinoto che l’asbesto è un rifiuto speciale e che non può essere smaltito o rimosso tranquillamente, ci sono delle procedure da rispettare (rimozione, incapsulamento e confinamento).

    Speriamo, anzi, vogliamo essere positivi e fiduciosi, quindi, correggiamo: siamo certi che tutto  sia stato smaltito rispettando ogni direttiva prevista dalla legge. In realtà, quando parliamo di amianto, più che smaltimento, si tratta di bonifica…

    Giuseppe Tallino

     

     

    PUBBLICATO IL: 25 giugno 2013 ALLE ORE 12:25