Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S.MARIA C.V. Non scappa una mollica di pane. Progetto per la energizzazione delle scuole a Gaetano Capitelli, pupillo di Nicola Leone


      Inutile l’autocandidatura, a quanto pare, ma a quanto pare non ne siamo certi, avulsa dalla politica di un altro tecnico che aveva lavorato sulla scuola Principe di Piemonte. A Napoli, in Regione, arriva, invece, il progetto sponsorizzato dal consigliere comunale, socialista riguardante la scuola elementare, localizzata nell’ex palazzo Ecam di via Avezzana.   S.MARIA […]

     

    Nella foto Nicola Leone e il Comune di Santa Maria Capua Vetere

    Inutile l’autocandidatura, a quanto pare, ma a quanto pare non ne siamo certi, avulsa dalla politica di un altro tecnico che aveva lavorato sulla scuola Principe di Piemonte. A Napoli, in Regione, arriva, invece, il progetto sponsorizzato dal consigliere comunale, socialista riguardante la scuola elementare, localizzata nell’ex palazzo Ecam di via Avezzana.

     

    S.MARIA C.V - Non c’è scampo. I nomi sono sempre gli stessi. Prendete questo Gaetano Capitelli. Pupillo del consigliere comunale Nicola Leone. Ad inizio consiliatura entrò a far parte del nucleo di valutazione. Successivamente fu inserito nell’ufficio di piano per il Puc dei sogni, poi uscì dal nucleo di valutazione. Oggi, l’amministrazione comunale di S.Maria C.V. ha scelto, manco a dirlo, il suo progetto che dovrà essere valutato dalla Regione Campania per ottenere, eventualmente, un finanziamento nell’ambito del programma per l’energizzazione degli edifici scolastici.

    La cosa è saltata fuori solo perché un altro tecnico si era proposto al sindaco Di Muro per lo stesso progetto da adottare per la scuola Principe di Piemonte. Il tecnico di Piemonte ha lavorato a lungo, ha elaborato tavole impegnative perché quello da presentare è quasi un progetto definitivo, ma poi ha dovuto fare una mega palla di carta e gettare tutto nel cestino, perché il sindaco, con aria compunta, gli ha comunicato che il progetto scelto dall’amministrazione per concorrere a questo finanziamento è quello redatto dal “solito” Gaetano Capitelli per la scuola elementare di via Avezzana.

    Come la vogliamo chiamare questa, una trasparente competizione tra ingegneri, in cui a vincere è il più bravo, colui che ha fatto il progetto migliore, o un’ordinaria storia di becero clientelismo politico?

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 5 novembre 2013 ALLE ORE 18:57