Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SAN PRISCO, l’associazione “Noi Valori” consegna a Luca Abete il Premio Legalità 2014. GUARDA LE FOTO


            L’evento si è svolto ieri, sabato. A consegnare il premio il presidente della Provincia, Domenico Zinzi   SAN PRISCO – Ieri, sabato, si è svolta a San Prisco l’inaugurazione dell’Associazione Noi Valori. Atto iniziale la scopertura di una gigantografia, da parte dei soci Giovanni Alfieri e Angelo Salzillo, raffigurante i giudici […]

     

     

     

     

    L’evento si è svolto ieri, sabato. A consegnare il premio il presidente della Provincia, Domenico Zinzi

     

    SAN PRISCO – Ieri, sabato, si è svolta a San Prisco l’inaugurazione dell’Associazione Noi Valori.

    Atto iniziale la scopertura di una gigantografia, da parte dei soci Giovanni Alfieri e Angelo Salzillo, raffigurante i giudici Falcone e Borsellino, eccezionali esempi di onestà e giustizia, accompagnata dalle note di un toccante inno d’Italia.

    Quindi, a seguito della benedizione della sede da parte di Padre Giovan Giuseppe,  il Presidente Francesco Paolino ha presentato il programma dell’Associazione, ha posto l’attenzione anche su varie problematiche cittadine afferenti l’ambiente, la sicurezza e la legalità.

    Proprio su quest’ultima tematica che si è sviluppato l’evento culmine con la consegna del Premio Legalità 2014 a Luca Abete, inviato di “Striscia La Notizia” – Canale 5, da parte del Presidente della Provincia, On. Domenico Zinzi.

     

     

     

    Ad accogliere ed acclamare il noto reporter numerosi concittadini accorsi all’evento, entusiasti della sua partecipazione, ma soprattutto per il riconoscimento conferitogli per il rispetto e la tutela d’ogni forma di diversità, per l’affermazione della cultura della legalità, la solidarietà, la difesa dell’ambiente.

    Per il coraggio e la professionalità che anima il suo programma, per l’impegno e la serietà che esprime nel suo ruolo.

    Una gratificazione per dare l’esempio di un modello di società “giusta”.

    Luca Abete ha poi rivolto parole di ringraziamento non solo a Noi Valori, ma soprattutto ai tantissimi amici intervenuti, dimostrando ancora una volta la sua semplicità e temperanza.

    Poi, dopo aver lanciato un angosciato richiamo a stare tutti uniti contro le mafie, esaltando la sua vicinanza al giudice Di Matteo con tanto di dedica sulla sua maglietta, ha donato la sua famosa “Pigna” all’Associazione con l’augurio di rovinare la festa a chi cerca di logorare i nostri “Valori”!!!

    La nostra, esprime il socio Gino Iannotta, non vuole essere una Associazione “chiusa a riccio”, autoriflessiva; al contrario, vuole aprirsi al contesto, interagire con le persone, le istituzioni, le comunità, è in questo preciso momento storico che dobbiamo prendere in mano l’evoluzione del nostro territorio, di un nuovo modo di fare “sistema” che parta necessariamente dalle esigenze, delle idee ed i problemi delle persone nel loro vivere quotidiano.

    Noi Valori vorrebbe provare, nel suo piccolo, a generare anticorpi contro il degrado civile largamente imperante, accrescendo la presa di coscienza collettiva.

    Non vogliamo coltivare illusioni, ma che questo progetto, pur se ambizioso, è vero, riesca concretamente a decollare e che attragga attenzione e interesse da parte del maggior numero possibile di persone.

    Noi Valori, dichiarano Michele De Felice Monaco e Mario Simeone, si pone di essere la calamita dell’associazionismo di rinnovamento della città oggi disgregate in troppe diverse realtà e spesso anche in posizioni contrapposte, con l’unico risultato di non riuscire a incidere sulle scelte strategiche per il nostro territorio.

    L’intento, quindi, conclude Mimmo Carrillo, è quello di divenire, non solo un punto di riferimento per coloro che seguiranno il nostro operato, ma vuole essere un polo di attrazione per quanti come noi condividono idee e progetti, per chi ha voglia di crescere insieme a noi, per quanti vogliono dare un contributo alla rinascita culturale della città di San Prisco.

    Sperando che questo messaggio si propaghi, siamo a braccia aperte ad accogliere chiunque ne voglia far parte con un piccolo o grande contributo.

    PUBBLICATO IL: 26 gennaio 2014 ALLE ORE 10:13