Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S.MARIA C.V. – Si inaugura domani il nuovo padiglione della casa circondariale: attesa la ministra Cancellieri


        Tutto pronto per accogliere l’arrivo del Ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, che giungerà sul posto domani, giovedì, per tagliare il nastro per l’inaugurazione del nuovo padiglione detentivo   SANTA MARIA CAPUA VETERE – COMUNICATO Si.N.A.P.Pe – C’è aria di festa alla Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Tutto pronto per accogliere l’arrivo del […]

     

     

    Tutto pronto per accogliere l’arrivo del Ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, che giungerà sul posto domani, giovedì, per tagliare il nastro per l’inaugurazione del nuovo padiglione detentivo

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – COMUNICATO Si.N.A.P.Pe – C’è aria di festa alla Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Tutto pronto per accogliere l’arrivo del Ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, che giungerà sul posto domani, giovedì, per tagliare il nastro per l’inaugurazione del nuovo padiglione detentivo. È tutto pronto … eccezion fatta per un “piccolo” particolare: mancano le doverose rassicurazioni per un cospicuo incremento organico che possa assicurare il funzionamento della nuova struttura.
    Queste le rivendicazioni che il Segretario Nazionale del Si.N.A.P.Pe Luigi VARGAS affida alla stampa : “è doveroso un consapevole riconoscimento delle modalità gestionali con cui viene amministrata la struttura a livello territoriale. Una struttura che funziona grazie all’elevata professionalità dei poliziotti penitenziari, sapientemente guidati da un Comando affidabile e certo e da una Direzione attenta e competente. Ci sono tutte le carte in regola per poter lavorare serenamente e nel migliore dei modi; ma ci sono fattori rispetto ai quali non
    v’è professionalità e competenza che tenga. Quando si parla di “numeri” la matematica non può e non deve diventare una opinione. Il Ministro dovrà fornire al personale, alle organizzazioni sindacali, e alla stessa amministrazione penitenziaria, risposte in merito ad una carenza organica già importante e destinata a diventare incontenibile quando il nuovo padiglione detentivo andrà a regime; perché quando la festa sarà finita, Santa Maria Capua Vetere tornerà alla normale quotidianità di un penitenziario difficile, complesso e importante e dove si continueranno a chiedere sacrifici al personale, sacrifici che tenderanno ad amplificarsi con l’attivazione della nuova struttura“.

    PUBBLICATO IL: 16 ottobre 2013 ALLE ORE 18:27