Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S.MARIA C.V. – Maurizio Capitelli becca altri soldi con quattro determine. Ora è il segretario del Pd:faccia subito un passo indietro


          Il folle uso del danaro pubblico che viene fatto in città si complica anche dentro ad una spirale di conflitti di interesse unici in Italia e che…altro che città del Foro     SANTA MARIA CAPUA VETERE – Monotoni? Se è cosi, non ce ne frega niente. Continuiamo, testardamente, ad occuparci degli […]

    Maurizio Capitelli e Giuseppe Stellato

     

     

     

    Il folle uso del danaro pubblico che viene fatto in città si complica anche dentro ad una spirale di conflitti di interesse unici in Italia e che…altro che città del Foro

     

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Monotoni? Se è cosi, non ce ne frega niente. Continuiamo, testardamente, ad occuparci degli stessi argomenti, perchè non sarebbe giusto rassegnarsi all’ineluttabilità della strage del danaro pubblico, del regime fondato sul clientelismo più becero e straccione.

    Per cui, piaccia o no, ci occupiamo  e ci occuperemo ancora di quello che i dirigenti del Comune di Santa Maria Capua Vetere scrivono nelle loro determine, trattando le casse della città come delle slot machine, per giunta truccate, visto che, incessantemente e infallibilmente sputano fuori danaro.

    D’altronde, se siamo monotoni, lo siamo in funzione diretta alla monotonia della politica locale e di un’amministrazione comunale che non riesce a concepire altro al di fuori della piccola gestione, di quella potestà che permette una continua mortificazione di ruoli e di funzioni e che fa dei centri di spesa gli unici luoghi frequentati, quotidianamente, dai pensieri e dalle opere di chi gestisce il vapore.

    Fatta la premessa, ritorniamo a parlare di una hit sempre in vetta alle nostre classifiche. In verità, Maurizio Capitelli non merita il trattamento brusco, ruvido, che riserviamo a molti altri politici di questa città e di questa provincia.

    Non lo merita, perchè, quantomeno, è una persona educata e, in qualche occasione, ha anche accettato di confrontarsi con noi scrivendo qualche nota, a confutazione di articoli che lo riguardavano e che noi abbiamo sempre pubblicato integralmente.

    Dunque, con Capitelli saremo più garbati. Anzi, lo esorteremo, ancora una volta, ad un atteggiamento che rispetti il suo nuovo, importante ruolo politico, assunto in città, da quando è diventato segretario del Pd.

    Può un segretario del Pd, cioè del partito più importante e decisamente più influente della maggioranza di governo della città del Foro continuare ad essere ricettore di comodi, non concorrenziali, affidamenti diretti, attraverso cui negli ultimi due anni ha introitato decine e decine di migliaia di euro per la manutenzione e per il noleggio di fotocopiatrici, scanner e altre attrezzature similari?

    La risposta è superflua. Per cui, Capitelli, lei a gennaio, con quattro distinte determine, ha incassato quasi 2.500 euro dal Comune. Speriamo di non leggere di altre liquidazioni e di altri affidamenti in quelle del mese di febbraio.

    Faccia un gesto, anzi, Capitelli: se ha qualche cosa di pregresso da incassare, vi rinunci, perchè se continua questa porcheria unica al mondo, che potrebbe addirittura degenerarsi in una ricezione di danaro pubblico da parte del massimo dirigente politico del maggior partito della maggioranza, stavolta altro che cortesia.

    Veniamo a mettere i manifesti a Santa Maria Capua Vetere.

     

    G.G.

     

    PUBBLICATO IL: 10 febbraio 2014 ALLE ORE 17:06