Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S.MARIA C.V. – Congelata la chiusura della sede dell’Agenzia delle Entrate. Ma per conservarla, occorrerà che sloggi dall’immobile d’oro dl notaio Orsi


    Come è accaduto in molte parti di Italia, il Governo, di fronte alle disponibilità annunciate ed enunciate dai comuni per nuove localizzazioni a prezzi molto modici, ha bloccato la procedura di sgombero degli uffici. Primi contatti tra amministrazione comunale della città del foro e i vertici locali dell’Agenzia SANTA MARIA CAPUA VETERE – In tutta […]

    nella foto il palazzo dell’Agenzia delle Entrate di S.Maria c.v.

    Come è accaduto in molte parti di Italia, il Governo, di fronte alle disponibilità annunciate ed enunciate dai comuni per nuove localizzazioni a prezzi molto modici, ha bloccato la procedura di sgombero degli uffici. Primi contatti tra amministrazione comunale della città del foro e i vertici locali dell’Agenzia

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – In tutta Italia si è scatenata una mezza rivolta per la chiusura, annunciata dal Governo, delle sedi periferiche dell’Agenzia delle Entrate.

    D’altronde, il problema sollevato, in tempi di spendig review dal ministero dell’economia, è quello relativo ai fitti passivi, ormai non più sostenibili.

    Questa volta, però, la motivazione del taglio ha offerto ai vari comuni colpiti la possibilità di aprire un dialogo concreto per fermare l’operazione, e per non perdere questi importanti punti di riferimento, cruciali per l’erogazione di sevizi sgraditi ma essenziali, a favore dei cittadini.

    E così è capitato che lo stesso Ministero dell’Economia ha sospeso per il momento la serrata. lo ha fatto partendo dalle Marche, dalla cittadina che diede i natali a Giacomo Leopardi, cioè Recanati. Ma anche Santa Maria Capua Vetere potrà evitare la chiusura definitiva della sua sede dell’Agenzia delle Entrate, qualora il comune, come può tranquillamente fare, metterà a disposizione, meglio se gratuitamente, un immobile in cui trasferire uffici che oggi il notaio Orsi, uno che di quattrini se ne intende alla grande, attraverso cui ha introitato milioni e milioni di euro, dato che, quando ai tempi doro dello spendi e spandi aveva affittato al ministero dell’economia l’intero palazzo in Piazza S.Pietro, raccoglieva 200.000 euro di canone all’anno, che sono diventati 97.000 allorquando l’Agenzia delle Entrate ha dovuto restringere gli spazi, prima sontuosi e abbondantissimi, dei proprio uffici.

    Pare che i primi incontri tra l’amministrazione comunale e la dirigenza della sede di S.Maria Capua Vetere dell’Agenzia delle Entrate ci siano già stai. E se l’operazione è stata sospesa, ciò vuol dire che il comune, qualche disponibilità l’ha data.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 28 ottobre 2013 ALLE ORE 16:57