Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. MARIA C.V. / Campo Sorbo, 30 anni fa 45 famiglie truffate. Ora il Comune prova a far loro almeno una strada


    Stamattina, venerdì, il sindaco Di Muro ne ha parlato con le associazioni. Storia incredibile, di terreni agricoli spacciati per lottizzazioni e di anni ed anni di vita senza elettricità e senza acqua SANTA MARIA CAPUA VETERE – Furbi mercanti, scaltri speculatori, diedero 30 anni fa un bel pacco ad un gruppo di famiglie un po’ sempliciotte, […]

    Stamattina, venerdì, il sindaco Di Muro ne ha parlato con le associazioni. Storia incredibile, di terreni agricoli spacciati per lottizzazioni e di anni ed anni di vita senza elettricità e senza acqua

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Furbi mercanti, scaltri speculatori, diedero 30 anni fa un bel pacco ad un gruppo di famiglie un po’ sempliciotte, che si bevvero la frottola, che su quei terreni, che stavano acquistando, potessero edificare le loro case. Cominciò allora l’odissea dei residenti di campo Sorbo, ultima propagine a sud della città, al confine col comune di San Tammaro.

    Quei terreni erano agricoli e le lottizzazioni avevano la stessa valenza che aveva la fontana di Trevi venduta da Totò all’ingenuo turista americano.

    Naturalmente, una storia del genere non può non comprendere la partecipazione di un grande protagonista degli affari grossi di Santa Maria Capua Vetere negli ultimi 20 anni: Maurizio Mazzotti che varò un condono fantasma, che illuse i residenti di essere ritornati in uno stato di legalità, che consentisse loro di ottenere le infrastrutture e i servizi che sono sempre mancati, dall’elettricità all’acqua.

    Stamattina, venerdì, nell’ambito dell’ancor esile filo che il sindaco e le associazioni che contribuirono ad eleggerlo, stanno cercando di creare, si è parlato ancora di Campo Sorbo.

    Si lavora affinché i residenti, riunitisi in comitato possano cedere al Comune la proprietà dello spazio antistante alle loro abitazioni. Solo attraverso un’acquisizione pubblica di queste aree, infatti, il comune potrà pensare di intervenire, partendo dalla costruzione di una strada decente, che possa affrancare dal degrado del vergognoso sterrato di oggi, le 45 famiglie che abitano in questa zona, la quale rappresenta una sorta di paradigma di quello che è stato il senso, la concezione, il rispetto delle regole e del diritto in questa città.

    G.G.

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE SULLA RIUNIONE DI STAMATTINA

    Il sindaco Biagio Di Muro ha incontrato questa mattina i rappresentanti delle associazioni sammaritane, guidate dal loro portavoce Nicola Cantone, per un esame della situazione amministrativa e per valutare ipotesi di sviluppo dell’azione di governo cittadino. Alla riunione era presente anche il consigliere comunale Carmine Munno.

    Le associazioni hanno ribadito il loro “ruolo di sostegno” all’amministrazione e hanno confermato l’offerta di collaborare concretamente per l’attuazione delle linee programmatiche.

    Tra le altre tematiche affrontate nel corso dell’incontro, i rappresentanti del comitato Campo Sorbo hanno sottolineato l’annosa problematica dell’area, chiedendo l’impegno dell’amministrazione a favorire una soluzione.

    Il sindaco Di Muro ha ribadito l’impegno politico di tutta la maggioranza in tal senso, confermando che è stato dato impulso agli uffici comunali competenti affinché le richieste dei proprietari possano trovare accoglimento in tempi ragionevolmente brevi.

    PUBBLICATO IL: 19 aprile 2013 ALLE ORE 18:38