Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Presto a CANCELLO ED ARNONE una sezione dell’Ente Nazionale Protezione Animali


      L’animalista e addestratore Ercole Del Gaudio è il promotore di questo nuovo progetto che avrà l’obbiettivo di  rispondere a domandi fondamentali come quelle relative alla geografia e alla gestione dei canili pubblici e privati sul territorio e ai fondi statali impiegati per la lotta al randagismo   CANCELLO ED ARNONE – A breve nascerà […]

    Nella foto Ercole Del Gaudio

     

    L’animalista e addestratore Ercole Del Gaudio è il promotore di questo nuovo progetto che avrà l’obbiettivo di  rispondere a domandi fondamentali come quelle relative alla geografia e alla gestione dei canili pubblici e privati sul territorio e ai fondi statali impiegati per la lotta al randagismo

     

    CANCELLO ED ARNONE – A breve nascerà a Cancello ed Arnone la sezione  dell’Ente Nazionale Protezione Animali. A darne l’annuncio è l’animalista e istruttore cinofilo Ercole Del Gaudio che invita tutti gli interessati amanti degli animali da compagnia a richiedere la propria iscrizione inviando una mail all’indirizzo asdoli@libero.it .

    “Nel tentativo di creare uno strumento utile ad affrontare i temi della tutela degli animali nel nostro paese,abbiamo  preso contatti con l’Enpa che a Cancello Arnone – racconta Del Gaudio - era praticamente priva di referenti. Stiamo dando vita alla sezione dell’associazione. Intendiamo rappresentare un punto di riferimento sul fronte della tutela degli animali contro i maltrattamenti: abbiamo la disponibilità di volontari per  svolgere attività di consulenza e redazione concreta di esposti e denunce”.

    La nuova associazione,  fungerà da primo luogo di studio delle problematiche e di elaborazione di soluzioni definitive di piaghe quali il randagismo. “Quanto spende ogni singolo Comune della provincia per i cani, e a chi vanno questi soldi? Quanto spende l’Asl e come? Quanti canili pubblici e privati sono presenti in provincia e da chi sono gestiti?”: queste alcune delle domande su cui lavorerà l’associazione.

    PUBBLICATO IL: 2 aprile 2013 ALLE ORE 11:31