Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    PORTICO DI CASERTA – Il sindaco Piccirillo: “Il nostro comune non fa parte della Terra dei Fuochi”


    Nei giorni scorsi si è proceduto alla rimozione dei rifiuti presenti nelle varie zone del territorio: gli operai della ditta incaricata dall’amministrazione comunale sono intervenuti in località Chinale, rione Scampia e località Catiello     PORTICO DI CASERTA – COMUNICATO –  “Terra dei Fuochi”, il sindaco scongiura l’emergenza. Il primo cittadino di Portico di Caserta, Carlo […]

    Nei giorni scorsi si è proceduto alla rimozione dei rifiuti presenti nelle varie zone del territorio: gli operai della ditta incaricata dall’amministrazione comunale sono intervenuti in località Chinale, rione Scampia e località Catiello

     

     

    PORTICO DI CASERTA – COMUNICATO –  “Terra dei Fuochi”, il sindaco scongiura l’emergenza.

    Il primo cittadino di Portico di Caserta, Carlo Piccirillo, nei giorni scorsi ha dato via alla rimozione dei rifiuti presenti nelle varie zone del territorio. In particolare, gli operai della ditta incaricata dall’amministrazione comunale sono intervenuti in località Chinale, rione Scampia e località Catiello. La squadra al governo oltre che ad emanare ordinanze nei confronti dei singoli cittadini, lo ha fatto anche nei confronti dei proprietari terrieri tanto è vero che questi ultimi, dopo l’intervento dell’Asl del territorio e della polizia municipale locale, hanno provveduto a rimuovere i rifiuti dai propri terreni, sversati in maniera incontrollata . Il sindaco Piccirillo, sin dal suo primo insediamento, si è interessato dell’argomento dei rifiuti, vale a dire da quanto l’allora commissario di governo per le bonifiche delegò ciascun Comune a rimuovere con propri fondi i rifiuti.

    Il primo cittadino ha così dichiarato in merito alla questione: “Non c’è situazione di pericolo allo stato attuale. C’è sinergia tra Municipio e polizia municipale per la salvaguardia del territorio. Il Comune di Portico di Caserta, secondo le ultime stime del Ministero dell’Ambiente non risulta nella cosiddetta Terra dei Fuochi”.

    PUBBLICATO IL: 19 novembre 2013 ALLE ORE 10:56