Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    OSPEDALE CIVILE, irrompe Externalizzator. Affidamenti miliardari alla Misericordia. Esternalizzati anche i morti


      900 mila euro in tre anni per la famosa cooperativa di Caivano per il servizio di emergenza 118. La sala mortuaria gestita da personale esterno. Per Cup e altri servizi un milione e centomila euro all’anno. I sindacati sul piede di guerra   CASERTA – Nel famoso film Terminetor si conosceva benissimo sia il […]

    Nelle foto, da sinistra, l’Ospedale Civile, Terminetor e Mr X Externalizzator

     

    900 mila euro in tre anni per la famosa cooperativa di Caivano per il servizio di emergenza 118. La sala mortuaria gestita da personale esterno. Per Cup e altri servizi un milione e centomila euro all’anno. I sindacati sul piede di guerra

     

    CASERTA – Nel famoso film Terminetor si conosceva benissimo sia il connotato fisiognomico del personaggio, sia la faccia dell’attore che lo interpretava, il mitico Arnold Schwarzenegger

    In un altro film che stanno girando a Caserta, all’interno dell’ospedale Civile, o meglio nell’azienda ospedaliera S. Anna e San Sebastiano, la faccia del personaggio e dell’attore di questo film intitolato “Externalizzator” è quella di un Mister X.

    Ma il film è già in visione e ha già consumato diverse scene importanti. All’ospedale di Caserta hanno esternalizzato anche i morti. Un modo di dire? No, affatto.Tutto il personale che lavora nella sala mortuaria è frutto di convenzioni con imprese esterne.

    Stesso discorso per la redazione delle cartelle di tutti i pazienti e ancora, tutti esterni, al Cup (Centro Unico Prenotazioni), all’Alpi, al Lua e al Curep (un milione e centomila euro all’anno). Stesso discorso per le buste paga, il cui servizio di gestione, ma la notizia va ancora accertata in maniera definitiva, costerebbe 600mila euro all’anno.

    Sì, avete letto bene: 600mila euro o una cifra molto simile. Le ultimissime imprese di Externalizzator  riguardano, invece l’affidamento alla  ben nota cooperativa caivanese de “La Misericordia” del servizio di Emergenza del 118.

    Premessa, negli anni abbiamo assistito a molte vertenze dei lavoratori della Misericordia per soldi non dati e per cose del genere. Sappiamo che nella Misericordia lavorano dei volontari. Detto questo non possiamo, però, stabilire quanto al mese percepiranno i 5 medici, i 5 infermieri e i 5 autisti che presumibilmente la Misericordia utilizzerà per il servizio.

    Sappiamo, però, che loro sono l’unico costo, dato che sia l’ambulanza che il carburante per farla camminare saranno a carico dell’azienda ospedaliera. E sappiamo pure che questo servizio costerà, in tre anni 900mila euro, che non sono bruscolini, ma equivalgono ad un miliardo e settecento milioni e rotti delle vecchie lirette.

    Altri fronti di discussione potrebbero aprirsi anche sulla convenzione con la Croce Rossa, che offrirà, però solo l’autista per il trasporto di emergenza neonatale.

    Ovviamente, ma su questo torneremo domani, i sindacati sono sul piede di guerra, perchè l’Ospedale di Caserta, di autisti, di infermieri e anche di medici, ne ha tanti. Comunque in numero sufficiente per garantire dall’interno questi servizi.

    Cui prodest? Naturalmente ad Externalizzator, cioè al nostro Mister X.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 22 aprile 2013 ALLE ORE 15:26