Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ORTA DI ATELLA, dal terreno sequestrato a Brancaccio spunta fuori una necropoli romana


      Il terreno è stato sottoposto a sequestro la scorsa settimana, su disposizione della procura di Santa Maria Capua Vetere, perchè destinato in modo illegittimo alla realizzazione di un impianto sportivo: CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO SUL SEQUESTRO DA 600MILA EURO ORTA DI ATELLA – Ossa e teschi, risalenti probabilmente all’epoca romana, sono stati […]

    Evidenziata in rosso, l’area sequestrata in cui sono stati ritrovati i resti della necropoli

     

    Il terreno è stato sottoposto a sequestro la scorsa settimana, su disposizione della procura di Santa Maria Capua Vetere, perchè destinato in modo illegittimo alla realizzazione di un impianto sportivo: CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO SUL SEQUESTRO DA 600MILA EURO

    ORTA DI ATELLA – Ossa e teschi, risalenti probabilmente all’epoca romana, sono stati rinvenuti a Orta di Atella. La necropoli è stata scoperta nel terreno sottoposto a sequestro la scorsa settimana, su disposizione della procura di Santa Maria Capua Vetere, perchè destinato in modo illegittimo alla realizzazione di un impianto sportivo.

    Ai bordi dell’area sigillata da giorni era attivo un cantiere e gli operai, effettuando gli scavi, si sono imbattuti nella piccola necropoli a una profondità di meno di un metro.

    Sull’intera area rilievi i tecnici dell’ufficio di Succivo della Sovrintendenza ai beni archeologici che stanno fotografando e catalogando i reperti.

    La zona è ricca di testimonianze risalenti all’antica Atella: necropoli osche, sannitiche e romane. Un territorio che in questi anni si è cercato di valorizzare anche con la nascita del Museo dell’Agro Atellano di Succivo.

    PUBBLICATO IL: 6 febbraio 2014 ALLE ORE 13:48