Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ORE 19.27 – ESCLUSIVA CASERTA – UFFICIALE – Le falde acquifere di Lo Uttaro sono mortalmente inquinate. Ordinanza del sindaco Del Gaudio. Ma l’avvocato Labriola e Casertace lo sostenevano da mesi


        In calce all’articolo il testo integrale del provvedimento urgente, che dall’8 novembre vieta l’emungimento dell’acqua da ogni pozzo. CASERTA – Quando lo affermava l’avvocato Renato Labriola nelle video interviste rilasciate a Casertace l’estate scorsa, al Comune c’è chi, come il dirigente Carmine Sorbo faceva spallucce consolandosi al pensiero e nonostante tutto quello che questo […]

     

    Nella foto, da sinistra, Renato Labriola, Carmine Sorbo e Pio Del Gaudio

     

    In calce all’articolo il testo integrale del provvedimento urgente, che dall’8 novembre vieta l’emungimento dell’acqua da ogni pozzo.

    CASERTA – Quando lo affermava l’avvocato Renato Labriola nelle video interviste rilasciate a Casertace l’estate scorsa, al Comune c’è chi, come il dirigente Carmine Sorbo faceva spallucce consolandosi al pensiero e nonostante tutto quello che questo giornale ha scritto negli anni, lui rimaneva assiso sulla poltrona di potentissimo che fa e disfà, decide e controdecide e, per giunta, introita anche un bel 10.000 euro al mese.

    Il sindaco Del Gaudio, aveva reagito come sempre. E cioè non ponendosi il problema del contenuto di quelle affermazioni, ma autoconsolandosi con il pensiero, che si ripete a manetta da anni, su una presunta e, in realtà inesistente posizione pregiudiziale di Casertace nei suoi confronti.

    Risultato: quando si sarebbe dovuto intervenire, non si è intervenuti e oggi l’ordinanza che naturalmente pubblichiamo in beata esclusiva suona come una vera e propria beffa.

    L’Arpac ha compiuto dei rilievi all’acqua dei pozzi nella zona di Lo Uttaro e ha ravvisato percentuali inaccettabili di inquinamento, non casuali, ma dovuto ad attività antropiche e cioè alla monnezza che vi è sotterrata.

    Questo accade in una zona dove il sindaco e Sorbo, al di là delle poco convincenti giustificazioni sull’atto dovuto, hanno autorizzato l’insediamento di un mostruoso impianto di smaltimento di rifiuti tossici, sanitari e altra putretudine assortita.

    L’ordinanza è datata 8 novembre 2013, dunque venerdì scorso, da quando è stata proibita l’utilizzo attraverso l’emungimento dei pozzi dell’intera area di Lo Uttaro.

    Gianluigi Guarino

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELL’ORDINANZA

     

    PUBBLICATO IL: 11 novembre 2013 ALLE ORE 19:36