Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE – “OPERAZIONE PESCOPAGANO FREEDOM”. 190 bambini sul precipizio della povertà. Giovedì a mezzanotte scade l’ultimatum di CASERTACE al consiglio comunale. Camillo Federico, Daniela Nugnes e Anna Barbato hanno già risposto al nostro appello


        Per il momento togliamo dal muro del pianto della politica mondragonese la delegata del Pd, in quanto si è mostrata sincera e pronta ad impegnarsi come vicesindaco per questa località. In settimana cercheremo di approfondire il discorso sul progetto dell’Assonautica e la Nugnes si fa garante per il Grande Progetto Bandiera Blu (LEGGI […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Daniela Nugnes, Camillo Federico e Anna Barbato

     

    Per il momento togliamo dal muro del pianto della politica mondragonese la delegata del Pd, in quanto si è mostrata sincera e pronta ad impegnarsi come vicesindaco per questa località. In settimana cercheremo di approfondire il discorso sul progetto dell’Assonautica e la Nugnes si fa garante per il Grande Progetto Bandiera Blu (LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO). Ora vogliamo sapere cosa farà il consiglio comunale. In caso di esito negativo “bombardamento mediatico”. IN CALCE ALL’ARTICOLO UN ALTRO GRAVE PROBLEMA CHE GRAVA SU PESCOPAGANO.

    di Massimiliano Ive

     

    MONDRAGONE –  Non ci siamo dimenticati assolutamente del caso Pescopagano di Mondragone. A 7 giorni dal nostro appello ribattezzato “Operazione Pescopagano Freedom”, abbiamo notato che alcuni esponenti politici di Mondragone si sono interessati al caso.

    Il primo è stato il consigliere provinciale dell’Udc, Camillo Federico, che ci ha fatto conoscere il progetto ambizioso dell’Assonautica Caserta sulla località di Pescopagano di Mondragone presentandoci, proprio, il presidente di questo organo di Union Camere, Antonio Carraba. In settimana cercheremo di approfondire il discorso pubblicando grafici, rilievi e idee progetto su come ad esempio recuperare il Lago Piatto, la consortile di Pescopagano e la zona delle cave laghetti di questo quartiere.

    Il secondo esponente politico che ha concesso ampie rassicurazioni ai residenti di questo quartiere, è stata l’assessora regionale all’Agricoltura, Daniela Nugnes  la quale  ha precisato a Casertace, che il Grande Progetto Bandiera Blu’sarà cantierizzato per i primi sei mesi del prossimo anno (il 2014).

    Stamattina, domenica, siamo tornati a Pescopagano di Mondragone; abbiamo assistito alla Santa Messa e abbiamo raccolto altre notizie su questa località rivierasca, caratterizzata da molteplici problemi. Oggi era presente anche il vicesindaco di Mondragone Anna Barbato, che ha deciso di incontrarci all’uscita dal luogo sacro  per avere un confronto con noi dopo i tremendi giorni dell’Ariston, e dal colloquio informale, è scaturita la promessa di impegnarsi da subito (in quanto insegnante di Pescopagano e sposata con un cittadino di Pescopagano)  in prima persona per risolvere alcune problematiche di carattere sociale che gravano su questa località.

    “Io mi sono sempre impegnata per questo territorio, - ha esordito la Barbato - sin dalla costruzione della chiesa di San Gaetano. Le posso garantire che siamo anche intenzionati a cedere un terreno di famiglia per far erigere una nuova scuola, nonchè mi impegnerò subito al fine di risolvere l’annosa questione del pacco Caritas che per le parrocchie dovrebbe essere dimezzato. Viste le condizioni di povertà di numerosi residenti di Pescopagano di Mondragone mi sono prodigata ad offrire il mio aiuto di amministratore alla parrocchia di Pescopagano che deve fronteggiare svariate problematiche sociali in loco. Come ente possiamo intervenire consentendo di garantire il raddoppio del pacco Caritas”.

    Di fronte alle dichiarazioni dell’assessora Barbato intendiamo, ora, però verificare nei prossimi mesi come si comporterà. Sul suo capo pende sempre la nostra richiesta giornalistica di dimissione…. Nel contempo toglieremo l’immagine della delegata del Pd dal muro del pianto della politica mondragonese riguardo i 7 punti su Pescopagano a cui l’intero consiglio comunale dovrà rispondere a Casertace. (LEGGI IL NOSTRO VECCHIO ARTICOLO)

    L’ultimatum sottoscritto dalla nostra redazione scadrà giovedì 21 novembre alle ore 23.59. Se per tale giorno e per tale ora non avremo risposte esaurienti dai consiglieri comunali che sono chiamati, a questo punto, a protocollare, un’interrogazione consiliare sul caso Pescopagano, alla presidenza del Consiglio, rappresentata da Pasquale Marquez, allora daremo fuoco alle polveri senza risparmiare nessuno dal punto di vista mediatico, in quanto in tale frangente il mondo politico mondragonese o deciderà di rinunciare a questa frazione concedendola a Cancello ed Arnone, oppure, ancora, dovrà scontare lo scotto di non aver mai mosso un dito per risanare questa località.

    Nel contempo vanno registrati alcuni dati allarmanti che provengono da questa zona. Mediante una lettera scritta dal parroco Don Guido Cumerlato, abbiamo appreso che in loco la Caritas offre il proprio servizio a 900 persone, tra cui ci sono 190 minori che vivono in condizioni precarie, sul precipizio della povertà (90 bambini hanno un’età inferiore ai 10 anni). A questo punto occorrono progetti seri protesi verso le periferie di Mondragone, non chiacchiere.

     

    QUI SOTTO IL TESTO DELLA LETTERA DELLA PARROCCHIA SAN GAETANO THIENE DI PESCOPAGANO CON I DATI SCONVOLGENTI DELLA CARITAS

     

     

    PUBBLICATO IL: 17 novembre 2013 ALLE ORE 16:58