Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE – Le dimissioni del comandante Manzillo non sarebbero valide. Schiappa precisa: “Con lui un ottimo rapporto”


        Secondo quanto comunicato dall’amministrazione comunale la decisione assunta dall’ufficiale è ascrivibile alla sfera personale. Solo il sindaco, poi potrebbe revocare il comandante   MONDRAGONE – Ci è giunto un comunicato stampa, non sappiamo se elaborato e firmato dal sindaco di Mondragone in persona, Giovanni Schiappa o da un suo delegato, in quanto non firmato, […]

    Nelle foto, il dimissionario comandante Manzillo e il sindaco Giovanni Schiappa

     

     

    Secondo quanto comunicato dall’amministrazione comunale la decisione assunta dall’ufficiale è ascrivibile alla sfera personale. Solo il sindaco, poi potrebbe revocare il comandante

     

    MONDRAGONE – Ci è giunto un comunicato stampa, non sappiamo se elaborato e firmato dal sindaco di Mondragone in persona, Giovanni Schiappa o da un suo delegato, in quanto non firmato, ma con tanto di intestazione, nel quale si precisa la posizione ufficiale dell’amministrazione comunale riguardo le dimissioni del comandante, Armando Manzillo.

    Secondo la tesi espressa dall’amministrazione comunale il comandante si sarebbe dimesso per motivi ascrivibili alla sfera personale. Inoltre l’ufficio stampa del primo cittadino ci tiene a sottolineare il fatto che le dimissioni volontarie dall’incarico di comandante del corpo di polizia non risulterebbero nelle competenze dell’ufficiale. E’ stato affermato infatti che spetterebbe solo al sindaco revocare il mandato.

    M.I. 

     QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA STAMPA DEL COMUNE DI MONDRAGONE

    Per evidenti ragioni di chiarezza si ritiene  doveroso ricordare  come le dimissioni volontarie dall’incarico di Comandante del Corpo di Polizia Municipale non siano, oggettivamente, annoverabili tra gli istituti a cui poter far ricorso, considerato  che – a norma di legge –  l’incarico in questione  può essere esclusivamente revocato dal sindaco. Ciò nondimeno  è opportuno rilevare che,  alla luce degli ottimi risultati ottenuti dal Tenente Armando Manzillo, in perfetta sintonia con il sindaco e l’Amministrazione comunale, si è certi che le motivazioni di fondo che hanno condotto all’utilizzo improprio dell’istituto delle dimissioni siano ascrivibili alla sfera personale del Comandante del Corpo di Polizia Municipale di Mondragone. Proprio in virtù del rapporto di massima stima e fiducia, umana ed istituzionale,  che intercorre fra il  Sindaco ed il Comandante del Corpo di Polizia Municipale, sarà senza dubbio presa in considerazione da parte del primo cittadino la richiesta di fare un passo indietro.

    comunicato stampa – ufficio stampa città di Mondragone

    PUBBLICATO IL: 13 settembre 2013 ALLE ORE 18:30