Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE / L'appello e il regalo di Cittadinanza Attiva per riqualificare i beni patrimoniali del Comune


    Non potendo partecipare al bando, il gruppo si rivolge alle associazioni della cittadina rivierasca al fine di vedere realizzare il progetto del Sottopasso e riqualificare lo Slargo di Via Doria sul lungomare MONDRAGONE - Occorre solo una breve premessa al comunicato stampa inviatoci dall’associazione Cittadinanza Attiva di Mondragone. Abbiamo deciso di pubblicare il loro appello […]

    Nelle foto, i due progetti di Cittadinanza Attiva

    Non potendo partecipare al bando, il gruppo si rivolge alle associazioni della cittadina rivierasca al fine di vedere realizzare il progetto del Sottopasso e riqualificare lo Slargo di Via Doria sul lungomare

    MONDRAGONE - Occorre solo una breve premessa al comunicato stampa inviatoci dall’associazione Cittadinanza Attiva di Mondragone. Abbiamo deciso di pubblicare il loro appello rivolto alle associazioni della cittadina rivierasca, che posseggono i requisiti per poter partecipare al bando che scadrà il prossimo  5 febbraio, in quanto tale associazione va premiata per la dimostrazione di altruismo e di alto senso civico.

    Direte voi perchè? Perchè non potendo partecipare direttamente alla gara, per mancanza di alcuni requisti necessari (è un’associazione nata dopo il 31 dicembre 2011)  la stessa ha chiesto alle altre associazioni di Mondragone, che ovviamente sono più ‘anziane’, di presentare al bando i loro due progetti: uno è quello  definito la Baia del pirata per lo slargo di via Doria e l’altro, invece è il vecchio piano per il recupero del sottopasso di Mondragone.

    Che dire di più…

    Max Ive

    QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DELL’ASSOCIAZIONE CITTADINANZA ATTIVA


    Oggetto: Proposte di attuazione progetti

    “Associazione Cittadinanza Attiva Mondragone” lancia la sua ennesima proposta: “regalare” due suoi progetti a quelle associazioni che hanno interesse a costruire qualcosa di positivo e di realmente funzionale per la riqualificazione del nostro territorio.
    Questa proposta deriva dall’impossibilità di partecipare al bando Governativo “Giovani per la Valorizzazione dei Beni Pubblici”, a causa della mancanza di un requisito essenziale richiesto,ovvero la costituzione dell’Associazione antecedente al 31/12/2011.
    Nonostante ciò, Cittadinanza Attiva intende comunque portare a termine questi progetti cercando sul territorio Associazioni che, avendo tutti i requisiti previsti dal bando, siano disposte a costituirsi in ATS (Associazione Temporanea di Scopo), al fine di poter accedere al finanziamento necessario per la realizzazione dei progetti in questione. Lottando anche contro il tempo, visto che il bando scade il 05/02/2012, ed essendo venuti a conoscenza della messa a disposizione dei beni patrimoniali comunali solo in data 23/01/2013 (data della pubblicazione della delibera di giunta n.5 del 10/01/2013)
    I progetti da realizzare sono già completi in ogni parte (preventivi, partnership, valutazioni e quant’altro) e nello specifico riguardano due zone della città completamente in stato di abbandono.
    Il primo progetto riguarda il Sottopasso Domitiana, già affidato dal Commissario Prefettizio al Comitato Cittadinanza Attiva (delibera n.60 del 07/05/2012) ed impantanatosi nelle beghe della burocrazia locale, che prevede una ristrutturazione del luogo ed una creazione di uno “Spazio Artistico Polifunzionale”, ovvero una sorta di galleria d’arte in modo da dare spazio alle espressioni dei tanti giovani artisti locali.
    Il secondo progetto, denominato “La Baia del Pirata”, prevede la riqualificazione dello slargo derivato dall’abbattimento di un fabbricato sul Lungomare C. Federico, ad angolo con via A. Doria, attraverso la costruzione di un parco giochi a tema, con il posizionamento di una Nave ed una Torre d’avvistamento che includono attrezzature multi-attività, scivoli, altalene e tutto ciò che potrebbe desiderare un bambino trasportandolo in una dimensione fiabesca. Tutto il parco avrà una grandezza pari a 375 mq. Considerando la posizione (vicinanza alla villa comunale, pochi metri dal mare, parcheggio adiacente) il progetto porterebbe ad una riqualificazione sostanziale di tutta la zona e darebbe un punto di riferimento a tutte le famiglie che tutt’oggi non hanno la possibilità di dare lo spazio dovuto allo svago dei propri bambini.

    Pertanto, si invitano tutte le associazione interessate, a contattare l’ ”Associazione Cittadinanza Attiva”, per discutere e programmare l’eventuale collaborazione per la messa a punto dei suddetti progetti. Per contatti ed informazioni info@mondragoneattiva.it

    PUBBLICATO IL: 26 gennaio 2013 ALLE ORE 21:56