Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE – La terribile gaffe di Schiappa: l’evento culturale per la Madonna Incaldana equiparato ad una manifestazione ricreativa di tattiche di guerra


    A denunciare il caso i fedeli della Basilica Maggiore delusi del comportamento dell’amministrazione per la kermesse Settembre al Santuario. IN CALCE LA LETTERA E LE DELIBERE MONDRAGONE – Ci sono rimasti malissimo numerosi fedeli della “miracolosa” Madonna Incaldana, patrona e Regina di Mondragone, custodita e venerata nella Basilica Maggiore della cittadina rivierasca, riguardo il patrocinio economico […]

    Nelle foto, il sindaco Schiappa, la Madonna Incaldana e il Soft Air

    A denunciare il caso i fedeli della Basilica Maggiore delusi del comportamento dell’amministrazione per la kermesse Settembre al Santuario. IN CALCE LA LETTERA E LE DELIBERE
    MONDRAGONE – Ci sono rimasti malissimo numerosi fedeli della “miracolosa” Madonna Incaldana, patrona e Regina di Mondragone, custodita e venerata nella Basilica Maggiore della cittadina rivierasca, riguardo il patrocinio economico concesso dalla giunta comunale diretta dal sindaco Schiappa. Mediante una lettera pervenuta in redazione, con tanto di delibere e documenti allegati, i fedeli ci hanno segnalato non tanto la loro delusione sulla consistenza del contributo economico concesso alla storica e tradizionale manifestazione culturale di Settembre al Santuario, pari a soli 500 euro, ma aver paragonato, nell’elargizione dei patrocini comunali, tale kermesse a quella organizzata da un’associazione di giovani che ha cantierizzato un evento caratterizzato da  un tiro tattico sportivo di squadra basato sulla simulazione di strategie militari: il “Soft-Air”.
    Quindi, per i fedeli della Basilica Maggiore di Mondragone, una manifestazione culturale che si incentra sulla figura di Maria, Regina della pace, non può essere considerata alla stregua e nella stessa maniera in cui è valutata una proposta avanzata per tenere in loco una manifestazione ludico-ricreativa di tattiche da guerra.
    E’ davvero singolare tale vicenda e certamente, stavolta, il sindaco Schiappa dovrà sudare 7 camice nel scortare in processione l’icona millenaria dell’Incaldana, recitare ogni giorno per tutto il suo mandato di sindaco, le 4 corone del Rosario (Gioia, Luce, Dolore e Gloria), nonchè percorrere in ginocchio la navata della Basilica Maggiore, per farsi perdonare dai fedeli delusi della Basilica Maggiore, questo farebbe un buon cristiano, come lui dichiara di essere.
    Max Ive
    LA LETTERA - All’attenzione dei giornalisti della pagina di Mondragone.
    Se dissentire non costituisce reato, ci farebbe piacere far sapere al sindaco che non a tutti i fedeli della Basilica Maggiore sono rimasti contenti del comportamento del primo cittadino nei confronti della stupenda manifestazione Settembre al Santuario della scorsa settimana. Ancor più se il sindaco viene in chiesa ad esprimere parole di elogio e poi ci inganna con un articolo di giornale “incamiciato” e irritante. Per noi Don Riccardo è un faro maestro, non una persona da prendere in giro perfino nella casa del Signore.
    LA QUESTIONE – Leggendo ieri un articolo sul giornale cartaceo, abbiamo appreso del patrocinio del Comune di Mondragone per la rassegna di Musica Sacra voluta da Don Riccardo nella nostra Basilica Maggiore. Una stupenda rassegna musicale dove abbiamo potuto apprezzare le note dell’organo della nostra Chiesa, strumento che il Maestro Concezio Panone, dopo averlo suonato, ha definito “un pezzo importante e di grande espressione”.Incuriositi dall’articolo di giornale, e visto anche l’entusiasmo e le parole di stima del sindaco Schiappa, presente alla manifestazione per la consegna degli attestati, abbiamo cercato di capire come il sindaco ha deciso di onorare l’impegno della comunità della Basilica Maggiore e del nostro Don Riccardo.Non l’avessimo mai fatto, perchè siamo rimasti malissimo. A fronte di una richiesta di 2600 euro per una manifestazione di tale spessore culturale, abbiamo appurato che è stato concesso un patrocinio di soli 500 euro.E non è stato l’importo del patrocinio in se a farci rimanere male, ma il fatto che stessa somma, abbiamo saputo subito dopo, è stata data anche per eventi minori, in particolare quando un gruppo di ragazzi appassionati di guerra con armi giocattolo ha organizzato una sparatoria a squadre sulla nostra montagna!E no! Capiamo che la venuta del Vescovo alla parrocchia di San Giustino è un evento importante che merita un accoglimento onorato con un patrocinio di 1500 euro,

    MA PARAGONARE LA MUSICA SACRA ALLA GUERRA CON ARMI GIOCATTOLO NON CI ENTUSIASMA PER NIENTE!

    Sarebbe più decoroso ritirare il patrocinio concesso, sia morale che economico: non è con il Diavolo-Danaro che si ama la propria comunità! Non si possono spendere i soldi della comunità per educare alla guerra anzichè alla fede, all’amore e alla cultura.

    Ci piacerebbe concludere con le parole dello stesso Don Riccardo, che siano di riflessione a tutti, amministratori compresi:

    “Sappiate che la Madonna ci aspetta, sempre. La Madonna non ha bisogno di noi, ma noi abbiamo bisogno di Lei, perchè è la nostra Regina e la nostra Avvocata”.
    18/9/2013 – Un gruppo di fedeli, Cattolici e praticanti.
    (Le alleghiamo la documentazione per i dovuti riscontri).

    QUI SOTTO LA DELIBERA DI GIUNTA CHE CONCEDE I 500 EURO ALLA KERMESSE SETTEMBRE AL SANTUARIO

    LA GIUNTA COMUNALE
    Su proposta e relazione dell’assessore alla Cultura, dott.ssa Anna Barbato
    VISTA l’istanza inoltrata a questo Ente in data 10/09/2013 prot. n. 25631 da mons. Riccardo Luberto,
    parroco pro tempore della Basilica Minore S. Giovanni Battista, in cui richiede il patrocinio economico
    dell’Ente per la realizzazione della manifestazione “Settembre al Santuario 2013”;
    ATTESO che la manifestazione “Settembre al Santuario” rappresenta per la città di Mondragone un
    tradizionale appuntamento dedicato alla Madonna Incaldana, la cui effige è custodita presso la Basilica
    Minore S. Giovanni Battista ed alla quale il popolo mondragonese è particolarmente devoto;
    CHE per l’occasione diverse corali, provenienti dai paesi limitrofi, si esibiranno con canti mariani
    coinvolgendo numerosi cittadini mondragonesi;
    DATO ATTO che il corrente provvedimento deliberativo non si configura come forma di
    sponsorizzazione di cui al divieto normato all’art. 6 comma 9° del D.L. n. 78/2010, bensi come
    sostegno all’iniziativa di un terzo, rientrante nei compiti del Comune, nell’interesse della collettività,
    anche sulla scorta del principio di sussidiarietà orizzontale di cui all’art. 118 della Costituzione;
    RITENUTO pertanto, per le suddette motivazioni, la richiesta meritevole di accoglimento e di
    poter concedere al parroco pro tempore della Basilica Minore S. Giovanni Battista il patrocinio
    economico dell’Ente per la somma di € 500,00 che può trovare capienza al Cap. 1508 del corrente
    esercizio finanziario anno 2013;
    VISTO il vigente Regolamento comunale “dei patrocini e contributi”;
    VISTA la proposta di provvedimento da adottare in ordine all’argomento in esame, come prodotta a
    cura del responsabile competente, dietro istruzione dell’Assessore competente e sottoposta all’esame
    del presente Organo Collegiale per la relativa approvazione;
    VISTO l’art.48 del T.U. adottato con D.Lgs 267/2000;
    ACQUISITI i pareri prescritti dall’ art. 49 del T.U. adottato con D.Lgs. n.267/2000;
    Con votazione unanime favorevole, resa nei modi e forme di legge;
    DELIBERA
    1. Di prendere atto della richiesta inoltrata a questo Ente da mons. Riccardo Luberto, parroco pro
    tempore della Basilica Minore S. Giovanni Battista, descritta in narrativa.
    2. Di concedere a mons. Riccardo Luberto, parroco pro tempore della Basilica Minore S. Giovanni
    Battista il patrocinio economico dell’Ente pari ad € 500,00 a copertura parziale delle spese e fino
    all’occorrenza della somma, , per la realizzazione della manifestazione descritta nella richiesta
    che si allega alla presente per formarne parte integrale e sostanziale del presente deliberato.
    3. Di demandare al Responsabile della Ripartizione Sociale e Culturale l’adozione di tutti gli atti di
    gestione conseguenti per l’attuazione del presente deliberato significando che l’onere economico
    derivante dal presente atto, per una spesa totale presunta di € 500,00 trova copertura sul
    corrente bilancio anno 2013 al Cap 1508.
    4. Di demandare al Responsabile dell’ufficio di Segreteria gli adempimenti di cui all’art.125
    comma 1 del D. lgs. 267/2000.
    5. Di dichiarare, previa separata votazione favorevole, unanime e palese, la presente deliberazione
    immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D.lgs 18/08/2000 n. 267.

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE IL TESTO DELLA DELIBERA PER LA MANIFESTAZIONE DI GUERRA SIMULATA SOFT AIR

    PUBBLICATO IL: 19 settembre 2013 ALLE ORE 12:54