Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE Il ciclone Tarsu spacca la sinistra, Fusco contro Taglialatela


      Il consigliere Idv risponde all’accusa di immobilismo delle opposizioni consiliari rispetto alla questione delle cartelle pazze: “Sono a favore di Schiappa se come sindaco adotta una battaglia contro l’evasione. Sono contro Schiappa se adotta criteri di tassazione fuori legge” MONDRAGONE – E’ scontro nel centro sinistra cittadino sulla questione Tarsu. Non è stata digerita e […]

    Nelle foto, da sinistra, Mario Fusco, Giovanni Schiappa e Antonio Taglialatela

     

    Il consigliere Idv risponde all’accusa di immobilismo delle opposizioni consiliari rispetto alla questione delle cartelle pazze: “Sono a favore di Schiappa se come sindaco adotta una battaglia contro l’evasione. Sono contro Schiappa se adotta criteri di tassazione fuori legge”

    MONDRAGONE – E’ scontro nel centro sinistra cittadino sulla questione Tarsu. Non è stata digerita e non è piaciuta la posizione assunta dal socialista Antonio Taglialatela che avrebbe “punto con uno spillo” i rappresentanti politici dell’opposizione in seno al Consiglio comunale, in merito alla questione della raffica di cartelle pazze emesse e spedite dall’amministrazione comunale di Mondragone, diretta dal sindaco Giovanni Schiappa.

    Il socialista mondragonese avrebbe pizzicato politicamente i suoi colleghi del centro sinistra asserendo che “non sono sufficienti interrogazioni e mozioni consiliari per frenare la “falce” indiscriminata usata dall’esecutivo di centro destra per recuperare il credito che vanta nei confronti dei cittadini di Mondragone“, anche rispetto ai controlli e alle verifiche effettuate sul territorio sulle dichiarazioni depositate al Comune e al catasto, delle superfici degli immobili e via discorrendo.

    Certamente, l’ex assessore Taglialatela, ha inteso stimolare l’opposizione al fine di coinvolgerla nell’azione di un ricorso collettivo contro le cartelle pazze. Ma ciò ha stizzito i membri consiliari della minoranza e soprattutto, il referente carismatico di Idv, Mario Fusco, che alla puntura di spillo, ha risposto con una “livella” equilibratrice.

    Le esternazioni del socialista Taglialatela nei confronti dei colleghi dell’opposizione sono l’ennesimo atto di acquisire visibilità e immagine innanzi ad un problema, quello della tassazione, che non va combattuto con visioni politiche estremiste ed estreme. Devono essere le associazioni del territorio, che rappresentano i consumatori, a mobilitarsi al fine di supportare eventuali ricorsi e via dicendo – precisa Fusco – , mentre il nostro ruolo è quello di verificare se l’azione amministrativa, che ribadiamo è da considerare sconsiderata, per quanto ha fatto in termini di intimazioni e ingiunzioni di pagamento, senza tenere conto che a Mondragone pagano sempre i soliti noti, sia giusta, equa e rispettosa della legge“.

    Poi rincarando la dose nei confronti del socialista Taglialatela: “Una società che fonda la propria civiltà e consistenza sui servizi, non può non essere assoggettata alle tasse. A Mondragone dobbiamo cominciare a distinguere tra chi non intende pagare le tasse perchè vuole vivere nell’illegalità e nell’abusivato, e coloro che invece da fedeli contribuenti intendono per qualche trasgressione passata, mettersi in regola, ovviamente pagando tutti. L’evasione va combattuta. Pertanto – aggiunge Fusco - se Schiappa intende combattere con metodi razionali l’evasione, io sono dalla sua parte e non posso certo stare con chi intende cavalcare l’onda della protesta per celare i soliti noti. Nel contempo sono contro l’amministrazione comunale di Schiappa se la stessa non adotta sistemi di recupero delle tasse equilibrati, giudiziosi, razionali, e che tengano conto delle norme previste dalle leggi“.

    Dalle ultime indiscrezioni raccolte, abbiamo appreso che l’amministrazione comunale sta approntando una delibera che terrà non solo conto della rateizzazione dei ruoli Tarsu, ma anche dell’eliminazione delle ingiunzioni con interessi di mora a carico dei contribuenti che intendono mettersi in regola.

    Staremo a vedere.

    Massimiliano Ive

    PUBBLICATO IL: 19 gennaio 2013 ALLE ORE 11:33