Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE – Cantarella, Ficolelle… in arrivo la nuova isola ecologica ribattezzata “Cittadella Ecologica”. Domande all’assessore Zoccola. Fusco aggiunge: “Schiappa non ha nessun merito, l’idea era nostra”


      Mediante un project financing e un accordo tra Comune e Consorzi di Filiera si intende realizzare un impianto per migliorare la differenziata con una gestione esterna e presumibilmente parallela a quella della ditta che sarà designata dal bando di gara ancora da definire presso la Stazione Unica Appaltante   Agg. ore 18.00 – Attendevamo delle […]

     

    Nelle foto, l’assessore Benedetto Zoccola e il consigliere Mario Fusco

    Mediante un project financing e un accordo tra Comune e Consorzi di Filiera si intende realizzare un impianto per migliorare la differenziata con una gestione esterna e presumibilmente parallela a quella della ditta che sarà designata dal bando di gara ancora da definire presso la Stazione Unica Appaltante

     

    Agg. ore 18.00 – Attendevamo delle risposte dall’assessore del Pd, Zoccola ed invece ci è giunta una dichiarazione dell’ex assessore all’Ambiente Mario Fusco, riguardo la “Cittadella Ecologica”.

    Ebbene, l’ex assessore, oggi consigliere comunale di Io Amo Mondragone ha ribadito, che l’idea di lanciare un’indagine di mercato per recepire delle proposte progetto dagli operatori economici tese a realizzare il suddetto impianto non è figlia dell’attuale amministrazione comunale.

    Sotto la mia gestione del comparto ambientale a Mondragone era stato elaborato un vecchio progetto per la messa in cantiere di un’isola ecologica che doveva essere realizzata con fondi comunali. All’epoca – aggiunge Fusco – prevedemmo che la struttura doveva sorgere anche su un terreno di 4000 mq in zona Idac. Poi ci fu la polemica con Zannini per via della vicinanza al mercato ortofrutticolo… questioni del passato. Avevamo ideato inoltre di creare un Centro per l’Ambiente che rispecchiasse i modelli del Mercato Sanseverino e del Banco di Ecoscambio. Chi andava al centro non solo poteva accumulare crediti per sgravi fiscali rispetto alla Tarsu conferendo rifiuti da differenziare, ma poteva anche scambiare alcuni oggetti conferiti con altri“.

    E sulla fattibilità del progetto?

    Il sindaco Cennami poi fu defenestrato e noi non riuscimmo a cantierizzarlo. Se oggi si è giunti a questo stadio, il merito va riconosciuto al geometra Giuseppe Pontoriero che sotto la gestione commissariale ha portato avanti il progetto prevedendo l’ipotesi di partecipazione dei privati con il Project Financing. Personalmente spero che questo progetto si realizzi al più presto“.

    Max Ive

     

    MONDRAGONE – L’altro giorno il consigliere comunale del Pdl, Giuseppe Piazza segnalò il caso della discarica improvvisata ubicata in località Ficolelle. 6 mesi fa fu portata in Consiglio comunale la questione della discarica Cantarella, che ancor prima era stata al centro di un convegno organizzato dal Pd sull’ambiente…

    Qualche settimana fa, invece, si è appreso che presso la Stazione Unica Appaltante sarà definita la procedura di affidamento della ditta che dovrà gestire il ciclo integrato dei rifiuti, quindi anche la differenziata.

    Qual è la novità del giorno nel comparto dei rifiuti? Risposta: una nuova isola ecologica per Mondragone. Pardon una “Cittadella Ecologica” “… da collocarsi sul territorio cittadino (quindi si dovrà scegliere un suolo privato o un  comunale), adibita ad isola ecologica attrezzata, con annessa struttura da destinare a ricovero mezzi di servizio, officina, uffici, spogliatoio, sala mensa per il personale addetto, impianto di lavaggio mezzi con annesso impianto di trattamento delle acque reflue industriali, impianto di video sorveglianza ed impianto fotovoltaico per l’autosufficienza energetica…”.

    In base a ciò che è stato annunciato dall’amministrazione comunale, la stessa: “intende aprire un confronto con una pluralità di operatori economici in modo da acquisire proposte finalizzate all’individuazione della migliore idea progettuale maggiormente rispondente all’interesse pubblico che garantisca, nello stesso tempo, la concorrenza tra gli operatori economici e la massima trasparenza dell’azione amministrativa”.

    In effetti l’esecutivo locale ha disposto che entro il 10 luglio intende recepire tutte le proposte progettuali che verranno valutate dalla stessa amministrazione al fine di elaborare un’idea progetto per realizzare il suddetto impianto sul territorio di Mondragone, mediante la procedura di partecipazione privata per fini pubblici del project financing.

    Poi, una volta designato un progetto, la stessa amministrazione si è riservata il diritto di modificarlo e di scegliere gli operatori economici che saranno designati nella realizzazione della struttura “Cittadella Ecologica”.

    Il Comune non avendo a disposizione i fondi necessari a realizzare l’impianto ha optato per la partecipazione privata mediante project financing e il tutto poi sarà ricondotto all’esigenza da parte dello stesso Ente di dotarsi di un sito “da destinare al perseguimento del miglioramento della raccolta differenziata delle diverse tipologie di rifiuti e del ciclo integrato nella sua interezza”.

    Benea questo punto sorge spontanea una domanda: Se è in via di definizione un bando di gara per la gestione dei rifiuti a Mondragone presso la Stazione Unica Appaltante, la ditta che si aggiudicherà il diritto temporaneo di gestire l’impianto “Cittadella Ecologica” mediante un projetct financing non sarà un’entità parallela nella raccolta e nella selezione dei rifiuti differenziati della città di Mondragone, servizio già previsto nella procedura di gara al SUAP?

    La struttura multifunzionale denominata “Cittadella Ecologica”, inoltre, sarà finanziata con i corrispettivi riconosciuti dai diversi Consorzi di filiera (Comieco – Corepla – Cial – Coreve – Cobat) in virtù dell’accordo quadro Anci-Conai 2009-2013 a cui l’amministrazione ha aderito…

    Quindi, ciò vuol dire che a Mondragone sorgerà un’altra struttura per la differenziata come quelle già presenti in Campania con il benestare dei Consorzi di filiera.

    A questo punto, stamane, martedì abbiamo girato sulla posta privata del neo assessore Benedetto Zoccola le seguenti domande che attendono una risposta.

    Gentile assessore Benedetto Zoccola,

    volevamo porgerle alcune domande sulla gestione dei rifiuti.

    1) Quali problemi ha ereditato dalla vecchia gestione?

    2) Il bando di gara per l’affidamento della gestione del ciclo integrato dei rifiuti ha designato una nuova ditta per Mondragone?

    3) Cittadella Ecologica, quando e come andrà in funzione? Ci sarà una ditta che gestirà la Cittadella Ecologica che agirà parallelamente all’impresa che uscirà vincitrice dal bando di gara per i rifiuti?

    4) Dove sarà realizzata la Cittadella Ecologica?

    PUBBLICATO IL: 11 giugno 2013 ALLE ORE 16:16