Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MEETING PER LA LEGALITA’ 2013, centinaia e centinaia di giovani hanno invaso Caserta.


        Venerdì scorso l’inaugurazione,  da domani lunedì  5 giorni di meeting in nome di un percorso finalizzato a rendere protagonisti i giovani per un radicale cambio di mentalità e di approccio con la città.  Il contributo di Libera: ci sarà anche don  Ciotti   CASERTA - Ancora poche ore all’apertura del Meeting “LEGALITA’ – Protagonisti […]

     

     

    Venerdì scorso l’inaugurazione,  da domani lunedì  5 giorni di meeting in nome di un percorso finalizzato a rendere protagonisti i giovani per un radicale cambio di mentalità e di approccio con la città.  Il contributo di Libera: ci sarà anche don  Ciotti

     

    CASERTA - Ancora poche ore all’apertura del Meeting “LEGALITA’ – Protagonisti della nostra terra”. Da domani, lunedì,29 Luglio, centinaia di giovani di tutta Italia si ritroveranno a Caserta per “vivere la legalità”.
    “Legalità è il rispetto e la pratica delle leggi. È un’esigenza fondamentale della vita sociale per promuovere il pieno sviluppo della persona umana. E’ la costruzione del bene comune. Legalità non sono, quindi, solo i magistrati e le forze di polizia, a cui dobbiamo riconoscenza e rispetto. Legalità dobbiamo essere tutti noi. Legalità è responsabilità,anzi corresponsabilità.”  Ecco come definisce la  legalità  Don Luigi Ciotti- uno dei più attesi protagonisti del meeting, previsto per mercoledì 31 –  notissimo sacerdote, molto attivo nel sociale, ispiratore e fondatore, oltre alle tante iniziative, dell’Associazione Libera contro i soprusi delle mafie in tutta Italia. I protagonisti : Vera Araujo, Gianni Bianco, Maurizio Patriciello e tanti altri ancora.

    Ad aprire l’incontro con la stampa, nella Sala Consiliare del Comune di Caserta,  Francesca Santoro  e Antonio Pone , che a nome di tutti gli altri Giovani per un Mondo Unito, e  idealmente insieme ai milioni di giovani riuniti a Rio per la GMG,  raccontano obiettivi e programma dell’evento che promuovono a Caserta  fino al 2 agosto. Sono state scelte come location il Palavignola e l’Area Meeting ex Saint Gobain. L’evento si articolerà  in 5 giornate attraverso:  Workshops – Campi di lavoro – Dialogo e Forum tematici su Ambiente , Lavoro, Accoglienza –  Testimonianze – Proposte – Eventi – Animazioni serali –  Sport – Festa – Tradizioni locali.

    Il sindaco della città, Pio Del Gaudio: “Auspico la partecipazione dei cittadini e di chi fa politica. Non è più tempo di parlare ai giovani, ma di ascoltare e parlare con loro, di raccogliere la loro determinazione e impegno al cambiamento”. E ancora: «Invito per questo tutti gli amministratori, assessori e consiglieri, a prendere parte ai forum che comporranno il programma del Meeting. Dobbiamo esserci. Sono temi che trattiamo nei nostri consigli comunali e sui quali i giovani, come stiamo ascoltando, hanno molto da dirci». Continua : “gli argomenti che si affronteranno, si dovranno fare propri e dovranno essere  “offerti”, la città deve sapere, raccontate a tutti di questo evento, a Caserta dovranno riecheggiare ovunque i contenuti del Meeting». Francesco della Corte -  responsabile di Fareambiente è intervenuto, anche lui alla cerimonia d’apertura e  ha evidenziato con quanto entusiasmo i giovani si stiano impegnando nell’organizzarsi, insieme. Queste le sue  parole  per ringraziarli: “con questo evento Caserta può riscattarsi ed essere ricordata non come terra del degrado ma come luogo di ricchezze culturali e artistiche, amante della legalità e della giustizia”.
    Tanta la volontà, tanta la determinazione e la passione di questi giovani di tutta Italia che da tempo sognavano, e sono finalmente riusciti a  organizzare, questo evento dal respiro legale collettivo. Gianni Solino, referente dell’Associazione Libera-Caserta, ha proseguito: «Non è un evento come tanti… Questo Meeting ha un prima e un dopo, una prospettiva. Ha alla base una responsabilità e un impegno quotidiano». La legalità va quindi vissuta con passione e con un unico obiettivo: è la mentalità che deve cambiare, una mentalità, che soprattutto nel nostro territorio è rivolta all’ illegalità. Sono i momenti come questi che permettono, non solo ai giovani, di seguire la strada giusta , consentendo che si avveri quella metamorfosi verso la legalità.

    Agostino Ferrara

    PUBBLICATO IL: 28 luglio 2013 ALLE ORE 19:40