Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE – Incarichi legali del Comune. Amoroso difende De Angelis: “Atto dovuto, erano avvocati dell’ex sindaco Tartaglione”


    Presa di posizione del consigliere comunale che spiega il perchè il sindaco non potesse revocarli MARCIANISE - Il giorno dopo il caso mediatico che ha rilanciato la notizia degli incarichi legali concessi dall’amministrazione comunale, attualmente diretta dal sindaco De Angelis, agli avvocati Enzo Napolano e Mattia Salzillo, quest’ultimo vicino al consigliere Pierluigi Salzillo, è intervenuto il […]

    Nelle foto, Paride Amoroso e Antonio De Angelis

    Presa di posizione del consigliere comunale che spiega il perchè il sindaco non potesse revocarli
    MARCIANISE - Il giorno dopo il caso mediatico che ha rilanciato la notizia degli incarichi legali concessi dall’amministrazione comunale, attualmente diretta dal sindaco De Angelis, agli avvocati Enzo Napolano e Mattia Salzillo, quest’ultimo vicino al consigliere Pierluigi Salzillo, è intervenuto il consigliere Paride Amoroso che ha deciso di effettuare le dovute precisazioni, tutte in difesa del primo cittadino: «In questi giorni è scoppiata nuovamente la polemica su presunti incarichi conferiti dal primo cittadino. Dico presunti, non perché non siano stati concessi, ma, perché non è ascrivibile a De Angelis la loro paternità“.
    In effetti Amoroso con il suo inciso intende scagionare la fascia tricolore, ribadendo che l’attuale capo dell’esecutivo non poteva revocare i vecchi atti o dispositivi mediante i quali la precedente amministrazione aveva incardinato i suddetti incarichi, come non poteva revocare degli incarichi legali già caratterizzati dal primo grado di giudizio.
    Chi lo attacca fa solo un’azione strumentale – continua Amoroso – nei suoi confronti, dal momento che, il nostro primo cittadino, si è limitato a rispettare la legge. Sugli incarichi legali, la norma è chiara: per continuità non si può revocare un incarico a chi ha seguito il primo grado di giudizio. E, De Angelis, questo ha fatto. La colpa, piuttosto di questa situazione è da ascrivere a chi, prima, ha conferito in maniera così disinvolta tali incarichi». Amoroso sottolinea come, torni di scottante attualità, la sua richiesta protocollata pochi giorni fa di allargare l’elenco degli avvocati di fiducia del Comune. «Con questa operazione impediamo che a lavorare siano sempre gli stessi e, nel contempo – conclude – agevoliamo le tante indiscusse professionalità à che ci sono a Marcianise

    PUBBLICATO IL: 1 agosto 2013 ALLE ORE 19:07