Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE, IL BANDO DELLO SCANDALO. De Angelis prova a minimizzare, ma questa storia puzza a chilometri di distanza


          Pubblichiamo, come annunciato poco fa in QUESTO ARTICOLO esclusivo, il comunicato stampa che riporta la versione dei fatti del sindaco De Angelis circa la scottante questione del bando cimiteriale. In calce allo stesso, il commento di Casertace   MARCIANISE – Si informano i cittadini che è stato revocato il bando per la concessione […]

    Nella foto, il cimitero di Marcianise e la sede centrale dell’ufficio postale, fuori dal quale, questa mattina, molte decine di persone attendevano in fila, ben prima dell’apertura, per presentare la domanda di assegnazione delle cappelle gentilizie

     

     

     

    Pubblichiamo, come annunciato poco fa in QUESTO ARTICOLO esclusivo, il comunicato stampa che riporta la versione dei fatti del sindaco De Angelis circa la scottante questione del bando cimiteriale. In calce allo stesso, il commento di Casertace

     

    MARCIANISE – Si informano i cittadini che è stato revocato il bando per la concessione delle cappelle cimiteriali da 10 loculi.

    Il provvedimento scaturisce dalla necessità di  eliminare alcune difformità rilevate al suo interno e di chiarificare alcune delle indicazioni fornite per la redazione e  soprattutto per l’invio dell’istanza di prenotazione.

    La decisione è stata unanimemente assunta dai capigruppo consiliari e dai coordinatori dei partiti di maggioranza, convocati ad horas per un vertice, nella mattina del 10 gennaio, dal sindaco De Angelis.

    Durante l’incontro, la locale fascia tricolore, sottolineando che la promulgazione di avvisi pubblici è un atto dirigenziale, ha illustrato le incongruenze contenute in quello oggetto della discussione. Egli, ritenendo che la politica abbia il dovere di intervenire prontamente nel momento in cui nota qualche imprecisione, anche se precedentemente sfuggitale,  ha concertato con i convenuti la revoca del bando pubblicato sul sito web del Comune, nella stessa mattina del 10 gennaio,  e ne ha disposto la successiva redazione di uno nuovo,  che sarà divulgato nei  nei prossimi giorni.

    Il primo cittadino, ritenendo inoltre  la trasparenza e l’onestà dell’operato le caratteristiche che devono  continuare a contraddistinguere la sua amministrazione, ha fatto sapere che procederà ad ulteriori accertamenti, volti a ricostruire nei dettagli la vicenda odierna, riservandosi, in caso di acclarate inadempienze, di adottare tutti gli eventuali provvedimenti consequenziali.

     

     

    Il commento di Casertace:

    Il sindaco De Angelis, naturalmente, non può che chiudere il caso in questo modo, cioè gettando acqua sul fuoco, parlando di imprecisioni, di difformità.

    Un bando non si revoca per semplici difformità, dato che quelle si possono compensare immediatamente, procedendo, poi, all’immediata pubblicazione di un nuovo bando. Così non è accaduto stavolta.

    Un bando, lo ricordiamo, pubblicato, a quanto sembra, alla mezzanotte di ieri, cioè nottetempo. E nottetempo camminano i ladri, non le persone per bene.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 10 gennaio 2014 ALLE ORE 16:28