Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LO SCHIFO TOTALE, MARCIANISE – Eccoli qui quelli che stamattina, uccidendo il Diritto, hanno svenduto la città e il lavoro dei giovani ai “paperoni dell’outlet”


        Una vergogna dietro l’altra. Un atto approvato monocraticamente dal commissario di governo che abusò, a nostro avviso, dei poteri del Consiglio comunale ha trovato stamattina la ratifica della giunta, senza alcun impegno preciso e vincolante per Aprile & C. sull’applicazione del piano occupazionale. In poche parole, una modifica profonda del Piano Regolatore, che […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Antonio De Angelis, Paride Amoroso, Biagio Tartaglione, Filippo Fecondo, Guglielmo Aprile e Antonio Tartaglione

     

    Una vergogna dietro l’altra. Un atto approvato monocraticamente dal commissario di governo che abusò, a nostro avviso, dei poteri del Consiglio comunale ha trovato stamattina la ratifica della giunta, senza alcun impegno preciso e vincolante per Aprile & C. sull’applicazione del piano occupazionale. In poche parole, una modifica profonda del Piano Regolatore, che consentirà ad Outlet di costruire altri 50 negozi è avvenuta senza che il Consiglio comunale abbia mai potuto pronunciarsi. Pessima figura da parte dell’assessore Biagio Tartaglione e di Paride Amoroso che ha ritirato la sua firma dall’atto di convocazione di una seduta straordinaria dello stesso consiglio.

     

    MARCIANISE – Inutile dilungarsi più di tanto su un argomento che abbiamo sviscerato, sempre con dovizia di argomentazioni sin dall’estate scorsa. Diciamo solo che la delibera del disonore, quella con la quale la giunta comunale di Marcianise dà seguito e perfeziona un atto monocratico del commissario di governo Cimmino che usò in maniera istituzionalmente spregiudicata i poteri del Consiglio comunale per modificare il Piano Regolatore, è stata approvata stamattina, giovedì, sotto insistenza del sindaco De Angelis, dell’assessore Topo, ispirato dall’ex sindaco Antonio Tartaglione, dall’assessore alle Attività Produttive Biagio Tartaglione.

    Dunque, l’outlet potrà costruire altri 50 negozi, senza assumere alcun impegno preciso su un piano occupazione, vergognosamente disatteso in questi anni dalla società Capri 2 che fa riferimento all’imprenditore napoletano Aprile e agli scozzesi di Mc Arthur.

    Dunque, avete capito bene, si modifica un piano regolatore con un atto monocratico che esula nettamente l’ordinaria amministrazione e con un atto di giunta nemmeno unanime.

    Hanno svenduto la città ai paperoni dell’outlet e ancora più indegno è quello che hanno fatto un paio di consiglieri comunali, che pressati dal sindaco De Angelis, sindaco degli affari, nel senso che promuove gli interessi dei ricchi oligarchi a scapito di quelli dei suoi cittadini, esattamente come i suoi predecessori, hanno ritirato la loro firma dall’atto di convocazione del Consiglio comunale.

    Tra questi c’è anche Paride Amoroso da noi difeso l’altro giorno per le azioni non certo rispettose subite da parte della giunta. Ma anche Paride Amorso ha mostrato un’indegnità politica e amministrativa, che fa calare una luce cupa su questa squadra di governo alla quale, dunque, Casertace si opporrà da oggi senza risparmio e senza remissioni.

    Gianluigi Guarino

     

    PUBBLICATO IL: 12 dicembre 2013 ALLE ORE 14:57