Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI,il Natale delle tasse – L’Iap a denti stretti:”I ruoli del 2012 li abbiamo messi altrimenti l’amministrazione non avrebbe potuto presentare il bilancio”


      Una frase pronunciata davanti a diversi consiglieri comunali, sia di maggioranza che di minoranza. Di Nuzzo (Maddaloni nel Cuore):”Ecco perchè abbiamo convocato il consiglio.” Il presidente Giacomo Lombardi lo dovrà convocare entro la Befana MADDALONI – C’è una frase che ha stimolato e anche, in parte, giustamente incattivito l’opposizione in questa complicata vicenda della […]

    Nelle foto: Rosa de Lucia e Antonio di Nuzzo

     

    Una frase pronunciata davanti a diversi consiglieri comunali, sia di maggioranza che di minoranza. Di Nuzzo (Maddaloni nel Cuore):”Ecco perchè abbiamo convocato il consiglio.” Il presidente Giacomo Lombardi lo dovrà convocare entro la Befana

    MADDALONI – C’è una frase che ha stimolato e anche, in parte, giustamente incattivito l’opposizione in questa complicata vicenda della raffica impressionante di ruoli spedita da li a qui ai cittadini di Maddaloni spesso con sovrapposizioni, ripetizioni, miracolose bilocazioni e chi più ne ha più ne metta.

    E’ stato quando, nell’ormai famosa riunione di un paio di settimane fa, il rappresentante dell’azienda specializzata nella riscossione dei tributi comunali ha detto chiaro e tondo, senza alcuna inibizione, di fronte alle domande incalzanti di de Filippo, di Gaetano Esposito e di altri componenti della minoranza che l’anno 2012 come ultimo anello della sequenza 2008, 2009, 2010 e 2011, iniettata tutta insieme nelle vene dei maddalonesi, come una sorta di dose letale, è stata determinata dalla necessità di rendere presentabile, da parte dell’amministrazione in carica, un bilancio che, altrimenti,. non sarebbe stato neppure presentabile.

    Quelle cartelle del 2012, sicuramente al riparo di ogni pericolo di prescrizione, che ha reso doveroso, ad esempio, la spedizione dei titoli relativi al 2008, hanno permesso al sindaco de Lucia che, ricordiamo, forse non a caso, si è tenuta per se la delega alle finanze di inserire, nella parte attiva del bilancio una cifra molto prossima ai 20 milioni di euro come entrate tributarie.

    E’ stata anche questa frase del funzionario Iap a indurre de Filippo, di Nuzzo, Gaetano Esposito, Gigi Bove, l’altro consigliere del PD e un altro ancora, a chiedere formalmente al presidente del consiglio Giacomo Lombardi la convocazione di una seduta del parlamentino cittadino, proprio per discutere di questo vero e proprio uragano di tasse abbattutosi sui maddalonesi.

    Solo il consiglio comunale – spiega a Casertace, Antonio di Nuzzo, consigliere comunale di Maddaloni nel Cuore - si potrà finalmente fare chiarezza e si potranno definire con precisione le responsabilità di certe azioni. Oltre all’assurdità della concentrazione di tutti questi tributi in una sola volta, esiste un problema serissimo – sottolinea di Nuzzo – :l’assoluta incertezza nella individuazione dei soggetti di imposta e della platea dei contribuenti. Insomma – conclude il consigliere di Maddaloni nel cuore – Un’operazione raffazzonata che serve più a nascondere le prime magagne di un’amministrazione inerme, inattiva, già incapace di gestire le difficoltà finanziarie e già da queste soggiogata, che a una effettiva riorganizzazione di tutto il sistema della raccolta delle tasse e dei tributi comunali.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 23 dicembre 2013 ALLE ORE 18:56