Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI Villaggio dei Ragazzi, lo sfascio dopo don Salvatore. Ora padre Miguel in vacanza a Singapore tiri fuori i bilanci. Chi sono i creditori?


    Da mesi e mesi si sente parlare di questi 12 milioni di euro di passivo, ma in realtà la dispendiosa gestione dei legionari di cristo non fa alcuna chiarezza sulla situazione dell’istituzione più cara ai maddalonesi. E poi c’è la nuova fondazione dello stesso padre Miguel che potrebbe sottrarre altre energie organizzative al Villaggio MADDALONI […]

    Nella foto don Salvatore e padre Miguel

    Da mesi e mesi si sente parlare di questi 12 milioni di euro di passivo, ma in realtà la dispendiosa gestione dei legionari di cristo non fa alcuna chiarezza sulla situazione dell’istituzione più cara ai maddalonesi. E poi c’è la nuova fondazione dello stesso padre Miguel che potrebbe sottrarre altre energie organizzative al Villaggio

    MADDALONI - Ormai il quadro è abbastanza chiaro: il Villaggio dei Ragazzi, la meravigliosa struttura per l’educazione delle nuove generazioni maddalonesi e casertane, “inventata” da don Salvatore D’Angelo, versa in una condizione di crisi ben maggiore di quanto l’attuale gestione, in mano ai Legionari di Cristo, vuol far trasparire.

    Si ha la sensazione che il Villaggio dei Ragazzi, inteso come entità amministrativa, abbia, mano mano, negli anni, consumato un’enorme rendita di posizione, di prestigio morale, ma anche di dotazioni materiali, lasciatale da don Salvatore, il quale era un uomo del suo tempo e dunque governò monocraticamente la struttura sfruttando con grande abilità e generosità le autorevolissime relazioni politiche che facevano di Giulio Andreotti un vero e proprio fratello.

    Siccome dopo la sua morte non poteva essere rimpiazzato da un suo clone, i Legionari di Cristo tentarono la strada complicata, ma tutto sommato, ortodossa, forse l’unica possibile, di organizzare la fondazione con modalità imprenditoriali. Hanno avuto molti anni per farlo. Gli anni in cui il portato, l’eredità morale e materiale di don Salvatore avrebbe permesso loro di operare una riconversione funzionale nei tempi di questa istituzione a cui tutti i maddalonesi, ma anche tanti cittadini di questa provincia sono legatissimi.

    L’operazione è fallita. E’ fallita non tanto per i 12 milioni di euro di debiti che oggi il Villaggio dei Ragazzi ha sul groppone, ma è fallita soprattutto perché manca un vero progetto di stabilizzazione che partendo da un piano di rientro serio, collegato all’impegno forte di mobilitazione motivata e non banale delle istituzioni, possa salvare  quello che è un vero e proprio pezzo di storia, di identità della città di Maddaloni.

    Don Miguel Cavallè  se ne sta beato in vacanza da diversi giorni a Singapore. Non si capisce bene il perché i Legionari stiano profondendo un impegno generoso, ricco di slanci, anche economici per la nuova fondazione di padre Miguel. Ma la cosa che più inquieta in questa vicenda è che dai conti del villaggio dei ragazzi, rimpinguati da sempre grazie alle donazioni, ma grazie anche ai finanziamenti degli enti della pubblica amministrazione, non si sa assolutamente nulla. Se qualcuno ci fa vedere un bilancio, mettiamo la sua fotografia al posto di un banner pubblicitario per un anno gratuitamente.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 31 agosto 2013 ALLE ORE 12:44