Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI – Esternalizzazione dei tributi ad Iap. Quattrini e posti di lavoro in ballo. De Filippo indossa l’elmetto: “Non si deve fare”


        Alle dichiarazioni del leader della minoranza, noi di Casertace aggiungiamo una riflessione su quello che sono state e che sono le imprese che si occupano della riscossione dei tributi. Un raccomandatificio. Quanti ne assumerebbe a Maddaloni la Iap se le fosse affidato il servizio? MADDALONI - La Iap, società di servizi, di Cardito, […]

     

    Nella foto, da sinistra, Rosa de Lucia e Andrea de Filippo

     

    Alle dichiarazioni del leader della minoranza, noi di Casertace aggiungiamo una riflessione su quello che sono state e che sono le imprese che si occupano della riscossione dei tributi. Un raccomandatificio. Quanti ne assumerebbe a Maddaloni la Iap se le fosse affidato il servizio?

    MADDALONI - La Iap, società di servizi, di Cardito, che opera nella numerosa e non sempre trasparentissima colonia (ma non ci riferiamo a questa azienda naturalmente) delle imprese che si occupano di riscossione dei tributi comunali e di altri enti locali di governo e di sottogoverno, torna, stamattina, mercoledì a occupare l’attenzione di Casertace dopo che lo scorso 7 maggio questo giornale pubblicò un articolo sul putiferio provocato in piena campagna elettorale da un affidamento propiziato dal dirigente Enrico Bellotta proprio alla Iap per la riscossione dei ruoli dell’acqua (CLICCA QUI PER LEGGERE QUELL’ARTICOLO).

    Quella decisione provocò una reazione durissima da parte degli sfidanti dell’allora candidata sindaco Rosa De Lucia, che poi sindaco ci diventò a conclusione di un equilibrato ballottaggio in cui batté di stretta misura Andrea De Filippo.

    Sull’onda di quella rivolta, il provvedimento fu ritirato. Ora, a quanto pare, la nuova amministrazione comunale vuole gratificare la Iap, già titolare della riscossione coattiva dei tributi comunali, anche della riscossione ordinaria, quella tranquilla e serena che consiste nelle verifiche della stragrande parte dei pagamenti che i cittadini di Maddaloni fanno regolarmente attraverso bollettino postale.

    Come si può capire, si tratta di una esternalizzazione pesante, che consentirebbe ad Iap introiti per centinaia e centinaia di migliaia di euro, forse di milioni di euro, che andrebbero a maturare attraverso l’aggio.

    Totalmente contrario a questa soluzione si mostra Andrea De Filippo, il quale inaugura il suo compito di leader dell’opposizione su una questione importante e cruciale, come tutte quelle attorno a cui girano una montagna di quattrini.

    Se è pienamente giustificabile – dichiara De Filippo a Casertace – l’utilizzo dello strumento dell’esternalizzazione per la riscossione coattiva, del tutto sbagliato, nella condizione di dissesto in cui ci troviamo, attribuire ad un privato anche la riscossione ordinaria.

    Il comune di Maddaloni ci perderebbe un sacco di soldi. Molto meglio – conclude De Filippo – organizzare un ufficio unico delle entrate all’interno del Comune, dato che abbiamo personale in quantità sufficiente e di grande qualità per attendere a questa funzione“.

    Fin qui De Filippo, naturalmente noi di Casertace non ci stupiamo affatto di fronte alle fregole esternalizzatorie dei comuni, a cui Maddaloni, ovviamente, non si sottrae.

    Cosa sono state le aziende private di riscossione in questa provincia, se non un raccomandatificio.

    Quante aziende che hanno conquistato affidamenti miliardari sono rimaste scevre dall’assunzione di parenti, affini, clientes di questo o di quell’altro politico, di questo o di quell’altro amministratore comunale, di questo o di quell’altro consigliere comunale?

    Come usanza di Casertace, seppur retorico, questi interrogativi, che si riassumono in unum, non rimarrà senza risposta. Ecco, al riguardo, il nostro responso: nessuna!

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 28 agosto 2013 ALLE ORE 10:56