Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. MARIA C.V.- Maurizio Capitelli: “Prendo gli incarichi perché sono qualificato”. CASERTACE: “Non si tratta di qualificazione, ma di autentici monopoli negli affidamenti”


      Siamo lieti pubblicare una lettera del titolare di Opifel sulla spinosa questione degli incarichi diretti che l’amministrazione comunale elargisce senza requie   Spett.le Redazione, buongiorno il 16 Ottobre u.s. vi scrivevo già cosi “………..mi chiamo Maurizio Capitelli, sono il titolare della OPIFEL S.r.l., azienda che dal 1991 si occupa della commercializzazione e dell’ assistenza […]

    Nelle foto da sinistra: Mattucci, di Muro e Stellato. A fianco: Maurizio Capitelli

     

    Siamo lieti pubblicare una lettera del titolare di Opifel sulla spinosa questione degli incarichi diretti che l’amministrazione comunale elargisce senza requie

     

    Spett.le Redazione, buongiorno

    il 16 Ottobre u.s. vi scrivevo già cosi “………..mi chiamo Maurizio Capitelli, sono il titolare della OPIFEL S.r.l., azienda che dal 1991 si occupa della commercializzazione e dell’ assistenza a prodotti reprografici, per intenderci fotocopiatrici, distribuendo in provincia di Caserta il marchio Konica Minolta, azienda leader a livello mondiale nel settore. La società da me amministrata è presente sul MEPA, superando controlli e verifiche da parte dello Stato sulla qualità delle nostre offerte. Personalmente ammiro molto il lavoro che fate, e tengo in grande considerazione il giornalismo locale, sopratutto chi, come voi, è libero da interessi e condizionamenti, anzi, per aiutarvi ad essere più precisi……..”. Orbene, vi confermo la mia fiducia e la mia stima, ma mi corre l’ obbligo, sempre in virtù di un giornalismo corretto ed autentico di precisarvi alcune cose, come già detto la mia azienda esiste dal 1991, nell’ anno in corso fattureremo circa €. 400.000,00, dati verificabili in CCIAA, essendo la mia società una S.r.l., per cui depositiamo e certifichiamo i bilanci. Abbiamo l’ onore di servire innumerevoli pubbliche amministrazioni centrali e locali, Prefettura di Caserta, Questura di Caserta, Sedi Giudiziarie, Facoltà Universitarie ed Ordini Professionali, oltre a numerosi comuni tra i quali Casagiove, Casapulla, San Prisco, San Tammaro, S.Maria Capua Vetere, Curti, Capua, Pignataro M.re, Formicola, Calvi Risorta etc, ed altri enti locali come scuole etc., nonostante questo il fatturato dell’ area pubblica rappresenta non più del 30 % dei nostri ricavi, dove il comune di S.Maria Capua Vetere non supera il 5 % (cinquepercento), nonostante sia il nostro comune di sede, sic ! In quasi 25 anni di attività non abbiamo mai avuto ne un contenzioso con un cliente, ne pubblico ne privato, ne un contenzioso con fornitori, ne tantomeno nessuna causa di lavoro, nonostante abbia avuto decine di dipendenti. Mai avuto una multa dal fisco, mai avuta una cartella esattoriale di nessun tipo, non abbiamo mai avuto un assegno ripresentato, impagato o un effetto non onorato in banca, infine siamo senza dubbio leader nel settore reprografia in provincia di Caserta, questo da molti anni. Sembrerà strano ma il nostro unico orgoglio è quello di lavorare bene ed onestamente. Spero che, prima di citarci, vogliamo tenere presente la nostra onorabilità ed i sacrifici fatti, in una terra come la nostra, che voi raccontate tutti i giorni. Vi formulo i nostri migliori auguri di buon lavoro e lo sprone ad andare avanti nella battaglia per la legalità. Poi se il Sig. Gian Luigi Guarino lo gradisce mi farà piacere raccontarvi del mio impegno nell’ associazionismo e nel sociale, ma questa è un’ altra storia. Distinti Saluti

    Maurizio Capitelli

    LA REPLICA DI CASERTACE

    Gentile dott. Capitelli, non è certo nostra intenzione attaccare lei come persona e neanche come imprenditore. Nè dubitiamo della consistenza e della qualità della sua azienda. E’ difficile risponderle perchè lei ci sgrana un curriculum che noi non abbiamo mai contestato. Qui non è questione di essere all’altezza o non all’altezza, di lavorare bene nell’erogazione di beni e servizi oppure male.

    Noi poniamo un problema serio che è quello relativo ai metodi utilizzati dall’amministrazione comunale di Santa Maria C.V. nell’individuazione dei fornitori d’opera, attraverso i sistemi troppo discrezionali dell’affidamento diretto. E’ mai possibile che la sua è l’unica azienda in grado di offrire i servigi che lei produce? E’ mai possibile che in un anno e mezzo non ci sia stato un mese in cui le tasche di tutti i sammaritani non abbiano remunerato lei e un gruppo di imprenditori, che sono sempre, ineluttabilmente, gli stessi.

    Sarà interessante tirare una linea, alla fine di questa consiliatura, stabilendo quanto ha incassato la Opifel, Moronese, i Cosenza, la Tecchia Family, la cugina Rinaldi e compagnia cantando. Ormai i nomi li conosciamo a memoria. Anche nel mese di novembre sono ben 5 le determine che la gratificano di significati corrispettivi. Complessivamente più di 1700 euro. E così è andata, con introiti anche maggiori in ognuno dei mesi dell’Amministrazione di Muro. Il problema non è Opifel, ma è il monopolio di fatto che si è venuto a creare per certi lavori e certe forniture.

    La sua lettera cortese, l’abbiamo pubblicata volentieri, come pubblichiamo, fino all’ultima sillaba tutto quello che ci arriva in dissenso rispetto ai nostri articoli. Voglio sperare che la prossima volta potremo confrontarci su questi contenuti e non sul peedigree della vostra azienda che nessuno dalle nostre parti ha mai messo in discussione.

    La sua cortesia mi induce a non allargare in questa sede il discorso, dato che no è solo la sua presenza di fornitore, remunerato con pubblico denaro a farci pensare, ma è questa insieme anche al ruolo sempre più evidente espicitato anche in questi giorni da suo fratello Rosario Capitelli in una edizione degli eventi natalizi che sta già suscitando una montagna di polemiche per la Ztl ma anche altro

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 12 dicembre 2013 ALLE ORE 18:51