Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA / Le "Uova buone" dell'Aisla, domenica in piazza Dante


    La Sla si combatte con la solidarietà CASERTA - Le Uova Buone in Piazza Dante a Caserta,domenica 24 marzo e in altre piazze della Campania, per festeggiare la Pasqua con l’ AISLA , Associazione Italiana per la SLA,  e per contribuire al sostegno delle famiglie impegnate nei complessi sistemi di assistenza ai malati di SLA. […]

    La Sla si combatte con la solidarietà

    CASERTA - Le Uova Buone in Piazza Dante a Caserta,domenica 24 marzo e in altre piazze della Campania, per festeggiare la Pasqua con l’ AISLA , Associazione Italiana per la SLA,  e per contribuire al sostegno delle famiglie impegnate nei complessi sistemi di assistenza ai malati di SLA.

    Il presidente   Antonio Tessitore presidente campano di Aisla coglie l’occasione per  comunicare la realizzazione di un Programma Regionale Sperimentale per Persone affette da Sla e da altre malattie del Motoneurone   che  significa che non sarà perso più tanto tempo  per ottenere presidi e assistenza di vitale importanza. Scaturito dalla determinazione del Presidente Tessitore e dalla volontà del governatore Stefano Caldoro , il Programma  riconosce ai malati di SLA l’assegno di cura. “Il percorso intrapreso con Caldoro ha un lieto fine – scrive Antonio con il suo comunicatore ottico – e di questo sono soddisfatto. Caldoro si e’ mostrato vicino da quando l’ho conosciuto – ha aggiunto – E’ una persona che ha fatto cio’ che aveva detto, sia per i comunicatori ottici sia per l’assegnazione di cura”.

    Pubblicata , BURC n. 12 del 25 Febbraio 2013 la delibera, n. 34 del  08/02/2013,stabilisce uno stanziamento di  9 milioni e 70 mila euro per l’erogazione di assegni di cura, che sulla base della gravita’ della disabilita’ e del bisogno socio-assistenziale sociale saranno di:  400 euro mensili per pazienti a bassa intensita’ assistenziale, 800 euro mensili per i pazienti a media intensita’ assistenziale,e 1500 euro mensili per i pazienti ad alta intensita’ assistenziale.Tali contributi economici serviranno a garantire un sostegno concreto alle famiglie delle persone affette da SLA e contribuire alla loro permanenza a domicilio.

    “Finalmente riusciamo ad essere incisivi -ha affermato Alessandra Gagliardi impegnata nell’assistenza di un familiare e membro dell’ AISLA- il Presidente Caldoro ha risolto problematiche che inspiegabilmente venivano trascinate da anni senza risoluzione. Da quando abbiamo fatto il Convegno a giugno e abbiamo evidenziato all’on.le Petrenga le nostre difficoltà si è aperto un mondo e finalmente abbiamo ricevuto l’ascolto negato da anni. Giustamente, come dice il nostro presidente Antonio Tessitore, siamo all’inizio, un’altra battaglia che ci aspetta è quella dell’abbattimento delle barriere e la predisposizione di dispositivi necessari all’inclusione sociale ”

    Per ora auguri alla’AISLA e Buona Pasqua con le Uova della Solidarietà.

    Stefania Modestino

    PUBBLICATO IL: 22 marzo 2013 ALLE ORE 8:59