Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LE FOTO – MARCIANISE Sindaco, studenti e associazioni in piazza Umberto I: “La terra dei fuochi non deve morire”


    De Angelis ha mostrato il massimo interesse ed ha promesso di impegnarsi per una bonifica delle nostre terre MARCIANISE - Se finora molti sapevano ma tutti tacevano, nelle ultime settimane si è finalmente presa coscienza della gravità della situazione: la nostra campania felix è contaminata. Le proteste non accennano a fermarsi e si accalcano per strade […]

    De Angelis ha mostrato il massimo interesse ed ha promesso di impegnarsi per una bonifica delle nostre terre

    MARCIANISE - Se finora molti sapevano ma tutti tacevano, nelle ultime settimane si è finalmente presa coscienza della gravità della situazione: la nostra campania felix è contaminata.

    Le proteste non accennano a fermarsi e si accalcano per strade e sui social network.

    “La terra dei fuochi non deve morire” questo il grido che si alza all’unisono dalle bocche di un’intera regione che chiede giustizia.

    Ieri, sabato 19 ottobre, è toccato a Marcianise scendere in strada, per far sentire ancora una volta il sostegno e la solidarietà per la nostra terra, che diventa ogni giorno sempre più tossica. Tutti gli studenti degli istituti e moltissime associazioni di Marcianise si sono dati stamattina appuntamento alle ore 9:15, in zona Macello per un corteo volto a coprire l’intero territorio.

    Gli studenti dopo aver percorso le vie di Marcianise si sono ritrovati in piazza Umberto I per discutere della grave situazione con alcuni esponenti di associazioni della terra dei fuochi.

    Al raduno in piazza ha partecipato anche il neo sindaco De Angelis che ha preso il microfono per esprimere il suo sostegno e il suo impegno in questa lotta, si spera, non vana.

    Il sindaco ha mostrato il massimo interesse e promette di impegnarsi per una bonifica delle nostre terre affermando di essere egli stesso padre, e da poco nonno, e di avere quindi molto a cuore le sorti dei suoi cari e dei suoi cittadini. Ha continuato, rivolgendosi in particolare ai moltissimi studenti presenti, paragonando i giovani a dei fiori che stanno sbocciando e non devono per nessun motivo appassire.

    Alla manifestazione hanno poi preso parte i vari rappresentanti di istituto che hanno discusso della problematica insieme agli esponenti di moltissime associazioni.

    Gaetana Tartaglione

    PUBBLICATO IL: 20 ottobre 2013 ALLE ORE 16:05