Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LE FOTO ESCLUSIVE – CASERTA – Scuola elementare di via Concezione a Puccianiello: rischio grave per i bambini. L’interpellanza di Cobianchi


    Il consigliere comunale di FLI affronta una vicenda preoccupante, relativa a una collocazione molto pericolosa. Mancano i dossi per limitare la velocità e le bande sonore. CASERTA – Come spesso capita è il consigliere capo di minoranza Luigi Cobianchi , l’unico a sollevare qualche problema reale, che tocca la carne viva della città materiale, della città che […]

    nelle foto l’uscita della scuola materna di via Concezione a Puccianiello

    Il consigliere comunale di FLI affronta una vicenda preoccupante, relativa a una collocazione molto pericolosa. Mancano i dossi per limitare la velocità e le bande sonore.

    CASERTA – Come spesso capita è il consigliere capo di minoranza Luigi Cobianchi , l’unico a sollevare qualche problema reale, che tocca la carne viva della città materiale, della città che non si occupa del chicchiericcio politico e dei miserabili giochi di palazzo. In questo caso, focus sulla condizione di pericolosità e di effettiva agibilità della scuola materna di via Concezione, nel cuore della frazione storica di Puccianiello. Ci siamo voluti rendere conto di persona stamattina, partendo dai contenuti dell’interpellanza presentata da Cobianchi.

    Visitando il luogo, ci si accorge che, se una strettoia, una suggestiva stradina, può rappresentare un’attrazione per un estimatore dei borghi antichi, di una natura ancora non deteriorata, a un passo dal centro cittadino, certo l’ubicazione della scuola materna non è in linea con standard minimi di sicurezza.

    Il percorso che separa un’aula in cui si svolgono le attività con bimbi di 3, 4 e 5 anni, dalla sede stradale in cui transitano auto a ripetizione è solo di pochi metri. Basterebbe che un bimbo sfugga anche per pochi secondi al controllo di una maestra, per esporlo ad un rischio terribile.

    Di queste cose si occupa l’utile interpellanza presentata da Cobianchi.

    Red.Ca.

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELL’INTERPELLANZA PRESENTATA DA CONSIGLIERE COMUNALE LUIGI COBIANCHI:

    Interpellanza

     

    ex art. 28, comma  4

    del “Regolamento delle Attività Consiliari”

     

    Precarie Condizioni di Sicurezza

    degli Alunni del Plesso Scolastico di Puccianiello (D.D.6)

    Connesse alla Viabilità in via Concezione

     

    Il sottoscritto Luigi Cobianchi, nella qualità di Capogruppo Consiliare di “FLI – Futuro e Libertà per l’Italia”,

    premesso che

     

    • alcuni Cittadini hanno segnalato allo scrivente numerosi episodi in cui la sicurezza degli alunni che frequentano la Scuola Materna Comunale ubicata nella Frazione Puccianiello, alla via Concezione, viene seriamente messa a rischio – soprattutto nell’orario di uscita dal plesso, al termine delle lezioni – dalla morfologia della strada in parola e dall’assenza di qualsivoglia sistema di protezione dei pedoni;

     

    considerato che

     

    • dagli studi statistici più accreditati in tema di infortunistica stradale emerge che la popolazione ricompresa nella fascia d’età che va tra 7 e i 14 anni (oltre agli ultrasessantacinquenni) è quella maggiormente coinvolta in incidenti pedonali gravi;

    • oltre il 70% delle lesioni gravi e mortali derivanti dagli esiti di sinistri stradali riguarda per l’appunto i pedoni, dato che sale all’81% per i bambini fino a 14 anni;

    • il 90% degli incidenti in parola si verificano nei centri urbani;

    • con riferimento al caso che ci occupa, effettuato un sopralluogo, lo scrivente ha potuto personalmente verificare, ictu oculi, che la modesta larghezza della carreggiata, unita all’assenza di opportuni sistemi per limitare la velocità dei veicoli – come dossi artificiali, rallentatori ottici e bande sonore (cfr. Codice della Strada (D. Lgs. n°285/1992 e s.m.i.), art. 42 e Regolamento di Esecuzione e di Attuazione del Nuovo Codice della Strada (D.P.R. n°495/1992 e s.m.i., art. 179)) – determina una oggettiva situazione di gravissimo pericolo, soprattutto allorquando gli automobilisti più indisciplinati non adeguano la velocità dei propri veicoli alle condizioni della strada ed alla presenza di bambini;

    • a ciò si aggiunge l’assenza di qualsivoglia sistema di protezione per i pedoni, quali paletti, archetti e transenne parapedonali (cfr. Codice della Strada (D. Lgs. n°285/1992 e s.m.i.), art. 42 e Regolamento di Esecuzione e di Attuazione del Nuovo Codice della Strada (D.P.R. n°495/1992 e s.m.i., art. 178)) che, delimitando una parte della carreggiata, ne consentano la fruizione, in sicurezza, da parte di chi si sposta a piedi;

    • nell’orario di uscita dalla Scuola, la parte utile della carreggiata – e, quindi, lo spazio per il transito in sicurezza dei pedoni – si riduce ulteriormente, in conseguenza del parcheggio indiscriminato dei veicoli dei genitori che si recano a prelevare i propri figli;

    • ciò, unito alla scarsa percezione del pericolo che spesso si riscontra nei bambini – anche in conseguenza della scarsa informazione che si fa al riguardo, nell’ambito dei progetti educativi che li coinvolgono – accresce il rischio di incidenti gravi: mentre stava effettuando il sopralluogo anzidetto il sottoscritto è stato spettatore di un possibile sinistro, evitato solo fortuitamente, determinato dalla sconsideratezza con cui un automobilista percorreva, a velocità eccessiva, la strada in parola, rischiando di agganciare, con lo specchietto retrovisore della propria autovettura, la tracolla della cartella di un ragazzino che percorreva via Concezione, in prossimità della cennata Scuola;

    • in tutti i Comuni d’Italia, il coinvolgimento della Società Civile nel controllo del traffico, in prossimità degli accessi ai Plessi Scolastici, nell’ambito di appositi progetti di tutela dei minori – vedi quello dei “Nonni Vigili” – ha dato risultati eccellenti, contribuendo, oltretutto, a coinvolgere nelle dinamiche del quotidiano la fascia meno giovane della Popolazione, facendo comprendere quanto prezioso possa essere il Suo contributo e gratificando tante persone che, a seguito del pensionamento, talora si sentono emarginate, perdendo progressivamente financo lo scopo di vita;

    • nonostante lo stato di dissesto finanziario in cui versa l’Ente, le risorse economiche per realizzare gli interventi necessari per limitare al minimo le condizioni di pericolo testé descritte sono immediatamente reperibili nei capitoli del bilancio formati dai fondi vincolati, ricavati dalle sanzioni amministrative, che il Codice della Strada prevede, per l’appunto, per la sicurezza stradale;

    ritenuto che

     

    • l’Amministrazione Comunale debba immediatamente attivarsi, disponendo l’installazione di ogni presidio più utile per garantire la sicurezza dei pedoni – ed in particolare dei bambini – che percorrono via Concezione, oltre alla posa in opera di apposita segnaletica orizzontale e verticale, munita di lampeggiatori, che richiami al massimo l’attenzione degli automobilisti e dei motociclisti sul particolare pericolo determinato dalle limitate dimensioni della carreggiata e dalla presenza degli alunni della Scuola dianzi detta;

    • ciò in disparte, occorra disporre l’impiego di Agenti del Corpo della Polizia Municipale, che sorveglino il traffico negli orari di accesso e di uscita dall’Istituto scolastico in parola;

    • una limitazione della carreggiata, al fine di creare un camminamento protetto per i pedoni, dati dimensionali alla mano, sia pienamente realizzabile, non impedendo il traffico veicolare, atteso che le condizioni metriche minime prescritte dal vigente Codice della Strada e dal suo Regolamento attuativo per il transito dei veicoli continuerebbero a sussistere,

     

    interpella

     

    il Signor Sindaco, ex art. 28, comma  4 del “Regolamento delle Attività Consiliari”, domandandoGli formalmente, ai sensi di Legge, se, ed in che tempi, Egli – congiuntamente alla Giunta Comunale, sentito il Comandante del Corpo di Polizia Municipale ed i Dirigenti competenti – intenda assumere una o più delle iniziative sopra descritte, al fine di dare soluzione, con l’urgenza dettata dal caso, alla problematica esposta, rispondendo in modo concreto alle doglianze espresse reiteratamente, al riguardo, dai genitori dei bambini che frequentano il plesso scolastico dianzi detto.

     

    Caserta, 02/10/2013

    PUBBLICATO IL: 3 ottobre 2013 ALLE ORE 11:56