Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    La spedizione dei parlamentari di GRILLO: In pullman visiteranno tutte le discariche della Provincia


    ECCO IL PERCORSO del viaggio denuncia che partirà domani, venerdì, da Napoli.  70 parlamentari saranno guidati dal vicepresidente alla Camera, Luigi di Maio, tra i siti di “Terra dei fuochi”.   Agg. 18.17 – Questo è, invece, il percorso dei bus di domani mattina: Partenza da Napoli ore 10,00 e trasferimento in bus presso le […]

    Nella foto, da sinistra, Luigi di Maio e Paola Nugnes

    ECCO IL PERCORSO del viaggio denuncia che partirà domani, venerdì, da Napoli.  70 parlamentari saranno guidati dal vicepresidente alla Camera, Luigi di Maio, tra i siti di “Terra dei fuochi”.

     

    Agg. 18.17 – Questo è, invece, il percorso dei bus di domani mattina:

    Partenza da Napoli ore 10,00 e trasferimento in bus presso le discariche di Lo Uttaro (arrivo verso le 10,40), breve sosta (circa 10 minuti) e ripartenza verso le discariche di San Tammaro (arrivo previsto per le ore 11,15) sosta di 10 min. e trasferimento a Giugliano con arrivo alle ore 12,00 per la sosta a Taverna del Re (ecoballe) e breve visita alla discarica Resit; alle ore 12,30 trasferimento a Villaricca per un breve pasto presso l’agriturismo Tenuta Antichi Sapori (ore 13:00); alle ore 14,15 partenza per Caivano, epicentro dell’emergenza sanitaria, per un incontro con padre Maurizio Patriciello al Parco Verde (dalle ore 14,45 alle 15,15); breve sosta dinanzi all’inceneritore di Acerra (ore 15:30); trasferimento a Mariglianella per una visita ai resti di un deposito chimico bruciato (ore 16,00); infine, trasferimento a Ponticelli (Napoli Est), per visitare le discariche abusive spesso abitate da rom (ore 16:15); conclusione alla stazione centrale (ore 17:30).

    F.A.

    Agg.18.08 - Sui 4 pullman messi a disposizione per il denuncia-tour saliranno, oltre ai 70 parlamentari, tutti i cittadini che si sono prenotati in tempo e che hanno versato la quota di 10 euro per coprire le spese degli autobus e di colazione a sacco che sarà servita all’agriturismo di Villaricca (via Bologna 112), dove alcuni gazebo saranno messi a disposizione per l’occasione.

    Oltre ai parlamentari, ai cittadini ed ai giornalisti, a bordo dei bus saranno presenti anche 11 esperti, ciascuno scelto in base alla propria esperienza. Ecco i nomi:

    Giuseppe Comella (medico),
    Raffaele Del Giudice (esperto),
    Leopoldo Esposito (Mariglianella),
    Anna Fava (esperta),
    Antonio Marfella (medico),
    Giuseppe Messina (tecnico),
    Saverio Miele (Marigliano),
    Marco Sacco (Napoli Est),
    Doriana Sarli (esperta),
    Gaetano Stompanato (Acerra),
    Vincenzo Viglione (San Tammaro).

    Fabrizio Arnone

    CASERTA - Un tour che di turistico ha poco ma che vuole ”sensibilizzare tutta l’Italia sull’emergenza rifiuti della Campania e di centinaia di luoghi a rischio ambientale in Italia”. Domani, venerdì, una settantina di parlamentari del M5S partiranno da Napoli in autobus per ‘visitare’ discariche e siti di smaltimento dei rifiuti in Campania. Si tratta di un viaggio-denuncia che vuole verificare lo stato della ‘Terra dei fuochi’, quel territorio delle province di Napoli e Caserta devastato dagli sversamenti abusi di rifiuti industriali, spesso provenienti da tutta Italia, e da discariche illegali.

    A guidare la delegazione ‘cinque stelle’ il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio; la senatrice Paola Nugnes; i deputati Vega Colonnese, Carlo Scibilia, Luigi Gallo, Salvatore Micillo. ”Eserciteremo i nostri poteri ispettivi per verificare che i siti di stoccaggio, le discariche, l’inceneritore siano a norma – spiega Di Maio – Vogliamo sensibilizzare l’Italia intera su uno scempio contro l’ambiente”.

    Il tour e’ anche l’occasione per dare risalto ad due progetti di legge targati ‘cinque stelle’.

    Alla Camera e’ stato depositato un pdl che vede come primo firmatario il deputato Micillo, sui delitti contro l’ambiente che prevede un inasprimento delle pene e, soprattutto, l’introduzione dell’aggravante di associazione eco-mafiosa.

    Al Senato, invece, e’ in via di preparazione una proposta di legge per creare un sistema ”piu’ efficace di monittoraggio e controllo dei territori a rischio”. La Campania e’ il pretesto per un’azione che deve interessare l’intero territorio nazionale.

    ”E’ necessaria una stretta su chi produce i rifiuti – spiega la senatrice Nugnes – Abbiamo verificato che manca un coordinamento”. La senatrice propone percio’ un monitoraggio di tutti i siti a rischio in Italia. Scibilia, Colonnese e Gallo hanno sottolineato il pericolo di infiltrazione del percolato nelle falde nell’Avellinese, ”il secondo bacino acquifero d’Europa”, che riforniscono parte della Campania, della Puglia e della Basilicata. ”In questi decenni c’e’ stato un incremento dei tumori”, hanno sottolineato. Di Maio trova una nota positiva (quasi parafrasando in maniera involontaria una vecchia canzone di Fabrizio De Andre’): ”La cattiva gestione dei rifiuti in Campania ha creato la nostra indignazione e ha permesso a noi parlamentari campani del M5S di conoscerci negli scorsi anni e di attivarsi – ha concluso – Dai rifiuti nasce anche qualcosa di buono”.

    PUBBLICATO IL: 4 luglio 2013 ALLE ORE 17:58