Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA FOTO, CASAPESENNA – La scuola Media Pascoli chiusa. Le associazioni e le mamme si mobilitano


      In effetti ciò che si contesta è l’impossibilità, ancora oggi, degli alunni di poter usufruire del plesso. Si spera nel suono della campanella a settembre CASAPESENNA – E’ una foto che parla da sola. Non ci sono commenti da fare, forse solo una riflessione. Perchè la scuola Media Giovanni Pascoli di Casapesenna versa in […]

    Nella foto, la scuola Giovanni Pascoli di Casapesenna

     

    In effetti ciò che si contesta è l’impossibilità, ancora oggi, degli alunni di poter usufruire del plesso. Si spera nel suono della campanella a settembre

    CASAPESENNA – E’ una foto che parla da sola. Non ci sono commenti da fare, forse solo una riflessione. Perchè la scuola Media Giovanni Pascoli di Casapesenna versa in queste condizioni. Perchè è chiusa già da un po’ di tempo? In effetti ci ha incuriosito una foto pubblicata da un gruppo associativo di Casapesenna “Movimento Riscatto Casapesenna”, nella quale si intravede l’ingresso di questa struttura scolastica chiusa e con un nastro di sicurezza che delimita l’area. Un’ala dell’edificio risulterebbe inagibile.

    Il caso, noi lo segnaliamo. Dalle prime indiscrezioni raccolte, in attesa poi di saperne di più nei prossimi giorni, ieri pomeriggio, sabato, si è svolta in città una riunione con i cittadini e le mamme degli alunni di questo plesso scolastico, alla quale ha partecipato anche l’associazione Uniti per Casapasenna, organizzata proprio dal suddetto gruppo associativo.

    Domanda: quando riaprirà il plesso scolastico Giovanni Pascoli? In effetti nonostante gli interventi di manutenzione effettuati in passato, che non sono stati espletati, ovviamente, a costo zero, ora i genitori dei bambini vogliono sapere se per settembre suonerà di nuovo la campanella della Pascoli.

    Per il momento ci fermiamo qui, facciamo diamo spazio alla foto, sperando che qualcuno si ricordi che tra le priorità che deve garantire lo Stato, oltre alla sicurezza, c’è anche l’istruzione.

    Max Ive

     

    PUBBLICATO IL: 23 giugno 2013 ALLE ORE 17:20