Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Inquinamento ambientale a MARCIANISE, per il sindaco De Angelis occorre una cabina di regia


    Il primo cittadino ha incontrato il Comitato Fuochi che gli ha consegnato mappatura discariche MARCIANISE - In campagna elettorale aveva affermato di voler coinvolgere in modo attivo le associazioni ambientaliste del territorio. Così, nella mattina del 16 luglio, presso la casa comunale, il sindaco Antonio De Angelis ha incontrato i rappresentanti del “Comitato dei Fuochi […]

    Nella foto, Antonio De Angelis

    Il primo cittadino ha incontrato il Comitato Fuochi che gli ha consegnato mappatura discariche

    MARCIANISE - In campagna elettorale aveva affermato di voler coinvolgere in modo attivo le associazioni ambientaliste del territorio. Così, nella mattina del 16 luglio, presso la casa comunale, il sindaco Antonio De Angelis ha incontrato i rappresentanti del “Comitato dei Fuochi di Marcianise” per avviare con loro una collaborazione su base volontaria per contrastare l’inquinamento da sversamento abusivo dei rifiuti.

    A coadiuvare il primo cittadino il Dirigente dell’ufficio tecnico, chiamato a dare un parere di fattibilità alle proposte portate al tavolo. Nutrita la rappresentanza dell’ associazione ambientalista, che nell’ occasione ha mostrato al primo cittadino  una mappatura, redatta nell’ultimo anno, di tutte le discariche a cielo aperto rinvenute sul territorio,  con la tipologia di materiale in esse contenuto.

    Dall’analisi della documentazione è emerso chiaramente che gli sversamenti sono concentrati nelle aree periferiche, in misura maggiore nelle località Carbone e Santa Veneranda, nonché nella zona circostante l’ex Saffa.  Solo una minima parte dei rifiuti  rinvenuti sono riconducibili ad Rsu o  a scarti domestici.

    Sulla base di tali dati si è innestata una proficua discussione. Il sindaco, da parte sua, dopo aver offerto  la propria  disponibilità e collaborazione al comitato, ha ribadito che  si impegnerà a fondo ed adotterà fin da subito  tutti gli adempimenti  del caso,  e previsti dalla Legge, per una tempestiva soluzione dei  casi esaminati. Il Comitato, ha illustrato le proprie modalità operative ed ha fornito alcuni suggerimenti per il contrasto all’increscioso fenomeno.

    Le proposte ed i suggerimenti scaturiti dall’ incontro saranno vagliati e quelli ritenuti realizzabili saranno inseriti nel piano di risanamento ambientale dell’amministrazione.

    A margine dell’incontro il primo cittadino: “La firma del “Patto per la Terra dei Fuochi” e il coinvolgimento delle associazioni del territorio erano i passi preliminari da compiere per avviare una serie di interventi che dovranno insistere sulla prevenzione, sul controllo e sulla bonifica dei siti inquinati e per i quali mi impegnerò nel reperimento dei fondi necessari.  Nelle prossime settimane mi incontrerò di nuovo con il “Comitato  Fuochi” per l’organizzazione di una cabina di regia che li veda protagonisti insieme a tutti gli altri organismi preposti alla salvaguardia del territorio.  Invito fin da ora le associazioni ambientaliste che vorranno partecipare in forma volontaria, a manifestare la propria disponibilità”.

    Il Comitato Fuochi locale dal canto suo, attraverso una nota, ha fatto sapere: “Siamo soddisfatti per l’esito dell’incontro e per il fatto che il sindaco, congiuntamente al Dirigente del Settore, abbia apprezzato il lavoro svolto in quest’anno.  Abbiamo riscontrato massima apertura da parte del primo cittadino e siamo entusiasti per la sua sensibilità al tema. La discussione è stata cordiale , caratterizzata dall’unità di intenti e dalla comune volontà di mettersi a lavorare per la tutela del nostro ambiente.”

    PUBBLICATO IL: 16 luglio 2013 ALLE ORE 18:42