Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL VIDEO / CASTEL VOLTURNO – Due anni dopo… l'investitura della Provincia delle guardie ambientali sui Variconi


    Accordo siglato tra l’Ente Riserve diretto dal naturalista Alessio Usai e l’amministrazione provinciale CASTEL VOLTURNO – Finalmente all’oasi dei Variconi sono giunte le guardie ambientali. Al di là della manifestazione di investitura del corpo costituito mediante un accordo tra la Provincia di Caserta e l’Ente Riserve Naturali Regionali foce del Volturno, diretto da Alessio Usai, ci […]

    Accordo siglato tra l’Ente Riserve diretto dal naturalista Alessio Usai e l’amministrazione provinciale

    Nella foto, il presidente Alessio Usai al centro dei Gav nel giorno dell’investitura sui Variconi

    CASTEL VOLTURNO – Finalmente all’oasi dei Variconi sono giunte le guardie ambientali. Al di là della manifestazione di investitura del corpo costituito mediante un accordo tra la Provincia di Caserta e l’Ente Riserve Naturali Regionali foce del Volturno, diretto da Alessio Usai, ci sono voluti due anni di battaglie da parte di alcuni volontari dell’associazione le Sentinelle, per giungere a questo traguardo: quello in cui le istituzioni provinciali prendessero a cuore e coscienza della realtà avifaunistica della riviera domiziana.

    Sui Variconi, personalmente e assieme ad alcuni colleghi della provincia di Caserta, abbiamo scritto fiumi di articoli. Oggi, la notizia dell’investituta dei GAV è un ulteriore passo in avanti verso la tutela di un ecosistema che negli anni ha rischiato di essere depredato dalla camorra, prima, e poi abbandonato a se stesso da una cittadinanza dormiente e anestetizzata da alcune cattive gestioni politiche e amministrative locali frutto di un’incultura territoriale che si è radicata anche nei pubblici uffici.

    Alcune settimane fa, ci fu segnalato anche il caso della foce dei Regi Lagni e del taglio degli alberi di pino. Oggi, confidiamo e speriamo che con una nuova oculata gestione delle riserve cittadine alcuni esempi di degrado ambientale divengano solo un ricordo. Nel contempo offriamo ai nostri lettori il comunicato stampa della Provincia e il video realizzato in collaborazione con uno dei volontari delle Sentinelle, Germano Ferraro, circa 2 anni fa, al quale fece seguito una vera e propria azione giornalistica e associativa per salvare l’Oasi dei Variconi dalle orde barbariche locali.

    Massimiliano Ive

    QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DELLA PROVINCIA DI CASERTA 

    A seguito della sottoscrizione della convenzione tra la Provincia di Caserta e l’Ente Riserve Naturali Regionali Foce Volturno-Costa Licola e Lago Falciano, si è svolta ieri mattina, domenica la manifestazione pubblica per l’investitura ufficiale delle Guardie Ambientali Volontarie della Provincia di Caserta che presteranno servizio presso l’Ente Riserve stesso. Si tratta di: Vincenzo Lucente, Pasquale Cirillo, Vincenzo Simeone, Umberto Micillo, Eschilo Giannetti, Carmela Piscitelli, Amelia Scalzone, Mario Chirico, Maddalena Piccirillo, Pasquale Petagine, Marianna Scalzone e Luca Tatafiore.

    L’evento si è svolto presso l’Oasi dei Variconi nel Comune di Castel Volturno. Erano presenti l’assessore provinciale all’Ambiente ed alla Protezione Civile, Paolo Bidello, il presidente dell’Ente Riserve Naturali Regionali Foce Volturno-Costa Licola e Lago Falciano, Alessio Usai, il presidente dell’Ente Parco di Roccamonfina, Giovanni Corporento, il sindaco di Falciano del Massico, Giosuè Santoro, la prof.ssa Jolanda Capriglione, gli impiegati del Settore Protezione Civile della Provincia di Caserta Paola Cioffi, Giovanni Fusco, Francesco Scialla e Rosita Caiazzo, e i volontari dell’Associazione Onlus “Le Sentinelle”.

    Il Servizio di Guardie Ambientali Volontarie della Provincia di Caserta è stato attivato ai sensi dell’art. 6 della L.R. n.10/2005 che attribuisce alla Provincia le funzioni amministrative, di organizzazione e di gestione del Servizio Volontario di Vigilanza Ambientale (per brevità, GAV), istituito con deliberazione di Giunta Provinciale n. 111 del 22.10.2007.

    Per la fragilità del territorio provinciale (interessato dal rischio idrogeologico, sismico, meteorologico, chimico-industriale, e dal rischio incendio di interfaccia), è necessario integrare il Servizio di Vigilanza per Guardie Ambientali Volontarie (G.A.V.) con il sistema provinciale di protezione civile che, oltre a realizzare gli aspetti relativi alla programmazione previsionale preventiva e di pianificazione dell’emergenza, prevede, nell’esercizio delle attività di emergenza poste in capo alla Provincia, il coinvolgimento, in concorso tra di loro, di tutti i Settori della Provincia interessati, unitamente ai Comuni del territorio presso i quali vengono dislocate le G.A.V. e all’Ufficio Territoriale del Governo.

    I “Variconi” sono un ambiente salmastro retrodunale caratterizzato da piccoli stagni costieri alla sinistra della foce del Volturno. Questi stagni costieri costituiscono l’ultima zona umida a estuario fluviale rimasta in Campania. Si tratta del sito più importante dell’intera regione per la sosta e la migrazione degli uccelli, in particolar modo quelli legati all’avifauna acquatica ed ai sistemi palustri.

    PUBBLICATO IL: 4 marzo 2013 ALLE ORE 20:51