Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL RETROSCENA ESCLUSIVO – Sommese, i 400mila euro per Settembre al Borgo, l’assessore professor Nicoletti che vuol diventare rettore dopo aver fatto l’autista a Grella


      Ci stiamo divertendo un mondo in queste giornate di Ferragosto a ricostruire la trama non certo banale che ha portato al clamoroso recupero di 400mila euro per il Settembre al Borgo. E per domani, sabato stiamo lavorando su un’altra traccia molto interessante. CASERTA – Troppe cose strane e anomale sono capitate, al netto della dabbenaggine […]

    Nelle foto, da sinistra, Nicoletti, Grella, Zinzi e Sommese

     

    Ci stiamo divertendo un mondo in queste giornate di Ferragosto a ricostruire la trama non certo banale che ha portato al clamoroso recupero di 400mila euro per il Settembre al Borgo. E per domani, sabato stiamo lavorando su un’altra traccia molto interessante.

    CASERTA – Troppe cose strane e anomale sono capitate, al netto della dabbenaggine dell’amministrazione comunale di Caserta, nella vicenda che ha portato, con un colpo di scena al finanziamento in extremis di Settembre al Borgo da parte della Regione Campania. In questi giorni cercheremo di ricostruire e di rimettere al loro posto quello che è un mosaico complesso.

    Rivanghiamo un nostro classico tormentone: “Nicoletti, chi era costui?”. Non vi facciamo la solita pippa noiosa su Manzoni e su Carneade, dato che a noi, poveri ignoranti rispetto alla res publica casertana in servizio permanente ed effettivo, non è che il cognome Nicoletti non ci dica proprio niente. Nicoletti era un calciatore del Como che ebbe anche un buon successo in B e anche in A fra la fine degli anni 70 e l’inizio degli anni 80.

    Alto, magro, dinoccolato, un Luca Toni ante litteram.

    Nicoletti, Nicoletti… Nicolini! Questo non c’entra niente, dato che si tratta della buonanima che ha inventato le mitiche estati romane da assessore alla Cultura, ricordato di recente dal neo sindaco Ignazio Marino nella serata fatale della chiusura al traffico veicolare di via dei Fori Imperiali.

    Qua rischiamo di doverci ripiegare ancora una volta su Don Abbondio e sulla sua grassa ignoranza sulla storia della filosofia. A meno che…., a meno che, cominciamo a ricordare: un auto blù usata anche in percorsi diversi da quello che separava la sua abitazione di Torre del Greco, Torre Annunziata, o roba del genere e la sede dell’Università, in cui insegnava e insegna.

    Nicoletti, Nicoletti… Grella, sì, sì, Nicoletti è quello che ha fatto la gavetta portando l’auto al professore sessano, quando questi era rettore della Sun. In quell’auto, dentro a quelle borse di documenti che, il rettore recava con sé, che spesso dimenticava da qualche parte, partì l’irresistibile carriera con docente universitario che ora, a quanto si dice, vorrebbe diventare lui stesso il rettore della Sun, dopo aver concluso la sua limpida, fluorescente scoppiettante, estrosa, motivata, visibilissima funzione di assessore provinciale alla Cultura, in cui però una cosa si è speso a farla. A lavorare per ricucire i rapporti tra il suo amicone Sommese, assessore regionale, e Domenico Zinzi. Relazioni che si erano raffreddate non poco negli ultimi tempi e che lui, il professore-autista è riuscito a riscaldare a tal punto che il Sommese ha allargato in maniera inaspettata i cordoni della borsa.

    Nicoletti non appare, ma conta tanto, dunque. Conta per oggi, nel momento in cui Zinzi sta acquisendo crediti nei suoi confronti, facendogli fare l’assessore, conterà ancora più domani se dovesse diventare Rettore, capo di un contesto e in un contesto in cui la famiglia Zinzi e i suoi derivati contano già un pochino. Ma vorrebbero contare molto di più.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 16 agosto 2013 ALLE ORE 11:27