Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Il Mibac prende possesso della Reggia di Carditello: issate al balcone principale la bandiera italiana e quella dell’Ue


    Angelini: “E’ un momento importante che segna la vittoria dello Stato in una battaglia di legalita’ e di tutela dell’immenso patrimonio artistico” CASERTA - Il Mibac ha preso oggi ufficialmente possesso della Reggia Borbonica di Carditello, ubicata a San Tammaro, con una cerimonia cui hanno preso parte i due consiglieri del ministro Massimo Bray, Giuseppe […]

    Angelini: “E’ un momento importante che segna la vittoria dello Stato in una battaglia di legalita’ e di tutela dell’immenso patrimonio artistico”

    CASERTA - Il Mibac ha preso oggi ufficialmente possesso della Reggia Borbonica di Carditello, ubicata a San Tammaro, con una cerimonia cui hanno preso parte i due consiglieri del ministro Massimo Bray, Giuseppe Di Lella e Antonella di Nocera, il direttore regionale dei Beni Culturali Gregorio Angelini, il prefetto di CASERTA Carmela Pagano, i responsabili delle forze dell’ordine e i rappresentanti dell’associazione Agenda 21 per Carditello. Sono state issate al balcone sovrastante l’entrata principale del sito le bandiere italiana e dell’Ue.

    Ieri c’era stato il primo passaggio di consegne con la dazione delle chiavi del sito dal custode giudiziario nominato dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Luigi Meinardi, al direttore generale Roberto Romagnoli della Sga, la societa’ del Ministero dell’Economia che ha acquistato il sito borbonico all’asta giudiziaria del 9 gennaio scorso per 11,5 milioni di euro per poi cederlo al Mibac. Romagnoli ha poi consegnato le chiavi ai funzionari del ministero.

    “E’ un momento importante che segna la vittoria dello Stato in una battaglia di legalita’ e di tutela dell’immenso patrimonio artistico italiano”, ha detto Angelini che, nei prossimi giorni, firmera’ il decreto di assegnazione di 15 dipendenti della Direzione Regionale alla Reggia in qualita’ di guardiani. Il loro arrivo sara’ contestuale all’avvio dei lavori di messa in sicurezza urgente che potrebbero permettere una prima apertura al pubblico dell’ex casina di caccia borbonica entro poche settimane. “Per l’inizio della primavera – ha detto ancora Angelini – una parte della Reggia sara’ fruibile e potremo iniziare ad aprirla regolarmente. I lavori di restauro chiederanno invece piu’ tempo”. Per Raffaele Zito, dell’associazione Agenda 21 per Carditello, “la Reggia si potrebbe aprire gia’ da domani mattina, siamo pronti sin da subito ad accogliere i visitatori”. Soddisfatto anche il sindaco di San Tammaro, Emiddio Cimmino, che propone “di aprire una volta alla settimana la Reggia e di creare un presidio dei carabinieri all’interno del sito”.

    PUBBLICATO IL: 6 febbraio 2014 ALLE ORE 16:09