Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL FERRAGOSTO DI CASERTACE ESCLUSIVA I Noe dei Carabinieri chiudono anche l’officina di Ecocar. Finalmente siamo riusciti a capire perché Del Gaudio e Ferraro usano le auto di quest’azienda


    Non si fermano gli effetti del lungo lavoro del reparto scelto dell’Arma all’interno del deposito e centro direzionale dell’azienda che si è aggiudicato l’appalto miliardario per la raccolta dei rifiuti nella città capoluogo CASERTA - Ci sono ancora strascichi importanti  della lunga e approfondita visita che il Noe dei Carabinieri ha fatto a metà luglio […]

    Nella foto l’auto dei carabinieri nel giorno del blitz nella sede di Ecocar

    Non si fermano gli effetti del lungo lavoro del reparto scelto dell’Arma all’interno del deposito e centro direzionale dell’azienda che si è aggiudicato l’appalto miliardario per la raccolta dei rifiuti nella città capoluogo

    CASERTA - Ci sono ancora strascichi importanti  della lunga e approfondita visita che il Noe dei Carabinieri ha fatto a metà luglio presso il deposito e centro direzionale della Ecocar e suoi derivati, in pratica a casa di coloro, sempre gli stessi da diversi anni a questa parte, che si occupano della raccolta rifiuti in città con la regia del vicesindaco Enzo Ferraro, contemporaneamente super assessore al comune e dirigente della stessa Ecocar, la quale ha come interlocutore istituzionale il sindaco Del Gaudio che, per volere espresso di Ferraro ha dovuto tenere congelata la delega all’ambiente.

    Oltre ai verbali e agli avvisi di garanzia di cui abbiamo parlato già nei giorni scorsi, i Noe dei Carabinieri hanno posti i sigilli anche all’officina in cui ci si occupa della manutenzione e della riparazione dei compattatori  e degli altri mezzi usati da Ecocar. Sarebbero state riscontrate gravi irregolarità. Il finale lo dedichiamo alla famosa Lancia Delta, nuovissimo modello, che è diventata da qualche mese l’auto utilizzata dal sindaco di Caserta.

    Questo veicolo fa parte della flotta di automobili che la Ecocar, impegnatasi al riguardo nella convinzione firmata, ha messo a disposizione al comune di Caserta. Le auto sono intestate alla società catanese con cui la Ecocar è in associazione per la raccolta rifiuti nella città etnea. Le auto dovevano servire, ovviamente, all’interno dei servizi prestati al comune nei settori dei rifiuti e più in generale dell’ambiente. A quanto risulta, la Lancia Delta nuovissimo modello di cui sopra, doveva essere messa a disposizione del settore ambiente del comune. A proposito, l’avevamo già dimenticato: il sindaco di Caserta Del Gaudio è anche assessore all’ambiente. Dunque, viaggia con un auto Ecocar e anche il vicesindaco lo fa. Ma no perché è il vicesindaco, ma perché è dirigente dell’azienda dei rifiuti.

    Ovviamente Ecocar come fa con i compattatori si è guardata bene dal mettere un grande adesivo o una grande serigrafia che chiarisca che quelle auto sono aziendali e che il comune le usa per fini aziendali. La tecnica è la stessa: i compattatori su cui non viene indicato il luogo, il comune in cui raccolgono, e quindi, teoricamente possono essere spostati da una parte all’altra con una dubbia applicazione delle convenzioni. Con le auto, il pericolo è il medesimo. Povera città.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 15 agosto 2013 ALLE ORE 18:28