Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    I disoccupati di MARCIANISE presidiano piazza Umberto I. Il sindaco e l’assessore Biagio Tartaglione: “Abbiate fede, presto ci sarà la svolta”


        Il presidio andrà avanti ad oltranza. Numerose sono state le dimostrazioni di solidarietà dei cittadini marcianisani nei confronti dei disoccupati   MARCIANISE – Una protesta composta e pacifica, dopo l’episodio rissoso verificatosi durante l’ultimo consiglio comunale (CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO AL RIGUARDO), quella condotta dall’ormai noto comitato dei disoccupati marcianisani, […]

     

     

    Il presidio andrà avanti ad oltranza. Numerose sono state le dimostrazioni di solidarietà dei cittadini marcianisani nei confronti dei disoccupati

     

    MARCIANISE – Una protesta composta e pacifica, dopo l’episodio rissoso verificatosi durante l’ultimo consiglio comunale (CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO AL RIGUARDO), quella condotta dall’ormai noto comitato dei disoccupati marcianisani, che dallo scorso giovedì 2 gennaio, dunque da una settimana, hanno istituito un presidio permanente sotto la Casa Comunale.

    A passare per “terroristi” non ci stanno, ecco perchè hanno deciso di accantonare i toni litigiosi e piazzare un gazebo proprio lì, in piazza Umberto I, dove gli amministratori della città, ai quali, da mesi, chiedono insistentemente risposte e un impegno concreto sulla problematica occupazionale, possano vederli tutti i giorni.

    Vogliamo mettere da parte l’astio degli ultimi tempi e cercare di instaurare un rapporto civile ed educato con le istituzioni comunali – ha affermato Antonio Farina in rappresentanza del comitato – Durante l’ultima assise abbiamo alzato la voce e usato parole forti, ma non siamo stati certo trattati con più riguardo“.

     

     

    Tanti sono i cittadini che, passando per via Roma, si incuriosiscono alla vista del gazebo, si fermano e chiedono informazioni: i disoccupati rispondono loro che protestano per un diritto che la Costituzione italiana sancisce e mette al primo posto, e che andranno avanti ad oltranza finchè qualche coscienza non ne sarà mossa.

    Non ci sembra il caso di entrare nel merito delle difficoltà personali e familiari di questi uomini, che pure ce le hanno raccontate senza remore, per renderci l’idea di quale influenza abbia su di loro la disperazione.

    Martedì mattina, una piccola delegazione di loro ha regolarmente chiesto un incontro con il sindaco De Angelis, che li ha ricevuti insieme all’assessore alle Attività Produttive, Biagino Tartaglione.

    I due hanno assicurato ai disoccupati che presto ci sarà una svolta, che in questi giorni terranno delle riunioni importanti e decisive per il futuro di molti di loro, e li hanno pregati di pazientare un’altra settimana.

    Come sempre, vi terremo aggiornati.

     

    Maria Concetta Varletta

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 9 gennaio 2014 ALLE ORE 18:08