Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    I condannati in primo grado per reati contro la pubblica amministrazione non possono fare i dirigenti. Nei comuni casertani se ne infischiano. Ce ne sono a decine


      La norma è precisamente definita nel Decreto legislativo 8.4.2012. Le nostre analisi cominceranno da S.Maria C.V. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL LINK CON IL TESTO INTEGRALE DEL DECRETO LEGISLATIVO    CASERTA – In base al Decreto legislativo 08.04.2013 n° 39 i condannati per delitti contro la Pubblica Amministrazione, anche in via non definitiva, non potranno ricoprire incarichi […]

     

    La norma è precisamente definita nel Decreto legislativo 8.4.2012. Le nostre analisi cominceranno da S.Maria C.V. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL LINK CON IL TESTO INTEGRALE DEL DECRETO LEGISLATIVO 

     

    CASERTA – In base al Decreto legislativo 08.04.2013 n° 39 i condannati per delitti contro la Pubblica Amministrazione, anche in via non definitiva, non potranno ricoprire incarichi pubblici per 5 anni. Il decreto, la cui versione integrale si può leggere cliccando il link in calce all’articolo, raggruppa nella sua previsione tutti i reati previsti dal capo I del titolo II del libro secondo del codice penale. Tra questi i più importanti corruzione  concussione, malversazione, abuso d’ufficio  indebita percezione di erogazione a danno dello stato e peculato.

    Quanti dirigenti che pubblicano nella amministrazione casertane hanno almeno una condanna in primo grado e continuano ad esercitare in barba alla legge la loro funzione di dirigente. Ce ne è qualcuno anche a S.Maria C.V? Proveremo ad accertarlo

    G.G.

    http://www.altalex.com/index.php?idnot=62596

     

    PUBBLICATO IL: 28 aprile 2013 ALLE ORE 15:07