Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE- ESCLUSIVA- “HEADBANGER” arriva al PIPE CLUB, domani sera il secondo appuntamento del celebre festival dei talenti musicali emergenti


     Al noto locale “PIPE CLUB” della zona-mare mondragonese, si è svolto “HEADBANGER”, il rinomato “music contest” scopritore di talenti. Giuria tecnica e popolare hanno assegnato la vittoria alla band napoletana “Baluar”. Domani sera, il secondo appuntamento. La finale di terrà il 9 agosto nell’area “ex campo sportivo”.   MONDRAGONE- Al “Pipe Club“,  la prima serata […]

    da sinistra, il gruppo P.O.P.P.O.; la giuria esaminatrice e il pubblico all’esterno del PIPE club

    da sinistra, il direttore artistico della serata Antonio Buonagurio, il giudice Luigi Affinito, il titolare del Pipe Club Alessandro Gentile e il gruppo Baluar ( composto da Giovanni Bauduin, Gabriele Mancino, Alessandro Di Porzio e Kevin Stefanini)

     Al noto locale “PIPE CLUB” della zona-mare mondragonese, si è svolto “HEADBANGER”, il rinomato “music contest” scopritore di talenti. Giuria tecnica e popolare hanno assegnato la vittoria alla band napoletana “Baluar”. Domani sera, il secondo appuntamento. La finale di terrà il 9 agosto nell’area “ex campo sportivo”.

     

    MONDRAGONE- Al “Pipe Club“,  la prima serata dell’ “HEADBANGER” fa “sold out“. Il festival della musica emergente, in tutte le sue forme e contaminazioni, ha accolto folle di appassionati e curiosi. Al celebre “music contest“, si sono esibisti gruppi, solisti e cantautori con un unico obiettivo: confrontarsi attraverso la formula della “battle of the bands”.  Al primo appuntamento, centinaia di persone di ogni età hanno assistito allo spettacolo, una vera “ciliegina sulla torta” per la zona-mare mondragonese.   Il giudizio tecnico è stato affidato ad una giuria di qualità, composta dai maestri Luigi Affinito e Manuel Zito, dal presidente VERI Gianluca Palmieri e dal presidente “Menti Colorate” Claudio Landi. Gli “arbitri di gara”, assistiti nel responso anche da un parere popolare, hanno ascoltato le “performance” delle prime 3 band ( REWOUT provenienti da Aversa; WASTE da Salerno; BALUAR&FOLK PROJECT da Napoli): nelle prossime 4 serate in programma ( fissate ogni venerdì fino al 9 agosto) scenderanno in campo altri 12 complessi. La finale si svolgerà nell’area “ex campo sportivo”, situata proprio dinanzi al locale che ha ospitato le semifinali.

    Il titolare del “PIPE“(insieme a Candido Telese), Alessandro Gentile, ha commentato: “Siamo giusti alla sesta edizione di questo importantissimo “music contest”, dando la possibilità di far emergere talenti artistici. Ogni serata, vince una band. In finale, chi vincerà si aggiudicherà 1000 euro più una registrazione. Da 6 anni, hanno partecipato più di 200 artisti, quest’anno lo ospitiamo negli spazi del Pipe club. Viva la musica, viva la cultura a Mondragone“. Antonio Buonaugurio, direttore artistico dell’evento: “Headbanger nasce come promozione di gruppi emergenti sia cover sia inediti( quelli che tendiamo a prediligere). Quest’anno c’è stata una grandissima affluenza con quasi 30 band, selezionate secondo criteri tecnici. Il primo appuntamento è stato un successone”. Giuseppe Follera, presentatore della serata e bassista del gruppo POPPO, ha detto: “Questa è la sesta edizione di una bellissima manifestazione, da un ‘idea di Alessandro Gentile accompagnati prima anche da Luigi Morra e Agostino Pagliaro. Sono venuti musicista da tutt’Italia per questa sensazionale vetrina di talenti emergenti. Ci saranno anche gruppi di Mondragone. Le prossime serate si preannunciano ancora più spettacolari”. Il maestro Luigi Affinito, giudice del “contest“, ha affermato:”Ho trovato ragazzi davvero bravi. Gruppi molto competenti, musica di alto livello. È stata una splendida manifestazione”. 

    Ad aggiudicarsi la prima fase sono stati i “Baular“, giunti dal capoluogo partenopeo. I membri della band vincitrice Giovanni Bauduin, Gabriele Mancino, Alessandro Di Porzio e Kevin Stefanini hanno commentato: “Abbiamo suonato pezzi inediti nostri. Facciamo folk  con molte contaminazioni. Ci siamo formati da poco. È la prima volta che partecipiamo a questo tipo di contest, il Pipe è bellissimo e ci ha accolto benissimo”.

    Raffaele Invito, giovane mondragonese incontrato tra il pubblico, ha detto: “Il Pipe è un ambiente ideale per manifestazioni del genere. Mi sono divertito tantissimo ascoltato buona musica in un locale molto bello. Che ben vengano iniziative come queste”. Domani sera si terrà il secondo incontro, sempre al Pipe Club. Suoneranno i FREE PARKING da Mondragone, i TARTAGLIA & ANEURO e i TEMPRA da Napoli.

    Si prevede un altro “tutto esaurito”.

     

    Walter De Rosa

    PUBBLICATO IL: 4 luglio 2013 ALLE ORE 13:00