Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA/ Galleria di via Mazzini targata Albero. Sui 200 mila euro di fitti non pagati il comune fa partire un’azione legale


        La questione sollevata da casertace.net ha anche occupato un segmento della conferenza stampa di ieri,tenuta dal sindaco Del Gaudio e dell’assessore Spirito. Sulla vicenda degli immobili sconosciuti al comune e occupati abusivamente l’attuale ricognizione fatta da Spirito e Cioffi conta un centinaio di immobili.  Saranno allegati al bilancio consuntivo.   CASERTA – “I […]

     

     

    La questione sollevata da casertace.net ha anche occupato un segmento della conferenza stampa di ieri,tenuta dal sindaco Del Gaudio e dell’assessore Spirito. Sulla vicenda degli immobili sconosciuti al comune e occupati abusivamente l’attuale ricognizione fatta da Spirito e Cioffi conta un centinaio di immobili.  Saranno allegati al bilancio consuntivo.

     

    CASERTA – “I fitti passivi, in un anno e mezzo circa di amministrazione, li abbiamo quasi del tutto eliminati. Per i fitti attivi ci stiamo muovendo, avendo eredito una situazione molto, molto pesante”. A parlare è Nello Spirito, assessore al bilancio del Comune di Caserta, il quale nel corso del suo intervento durante la conferenza stampa per i beni comunali da mettere all’asta svoltasi ieri, sabato 27 aprile(clicca qui per leggere il nostro servizio sull’evento)  ha illustrato la strategia  dell’amministrazione comunale già attivata per la riscossione delle somme di denaro dei debitori.

    Questo tema è stato a lungo discusso, e, si è stabilito che rinegoziare un contratto di concessione gratuita in uno di locazione nonostante sia in grado di aumentare le entrate creerebbe solo un ulteriore problema in quanto i beni non sono più liberi, ma locati.

    Il sindaco Del Gaudio, sempre nel corso delle conferenza stampa di ieri, ha affrontato la questione del fitto dei locali della galleria di Via Mazzini da parte dell’Interculturale SRL. Una vicenda sollevata proprio da casertace.net che ha dimostrato, carte alla mano che la Interculturale che fa sostanzialmente riferimento alla famiglia Albero è in arretrato di più di 200 mila euro in termini di canoni non corrisposti al comune di Caserta. Del Gaudio ha rilevato che già il comune ha attivato un’azione legale con una determina per il recupero delle somme dovute.

    Sempre sulla vicenda Interculturale, a quanto pare, tutti i vani che oggi vengono utilizzati da questa società entreranno a far parte del secondo o del terzo pacchetto di beni immobili che il comune metterà all’asta a luglio e ad ottobre.

    Anche del consigliere di minoranza Cobianchi si è parlato durante la conferenza stampa. precisamente si è affrontata la questione degli immobili che, secondo Cobianchi sarebbero occupati da anni e anni gratuitamente da cittadini casertani e che sonodi proprietà del comune e di cui il comune stesso non conoscerebbe neppure l’esistenza. Però, l’amministrazione comunale, nel momento in cui annuncia di aver compiuto questa ricognizione sui circa 100 beni, che tra le altre cose saranno allegati per la prima volta al bilancio consuntivo 2012 che sarà approvato in questi giorni non può certo mettere la mano sul fuoco sulfatto che questi sono gli unici 100 beni di proprietà del comune. Insomma, la questione sollevata da Cobianchi rimane sostanzialmente aperta.

    F.A

    G.G

    PUBBLICATO IL: 28 aprile 2013 ALLE ORE 12:13