Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    FALCIANO DEL MASSICO, Santoro vuole un nuovo cimitero a Falciano. La strada è in salita


     In consiglio ha chiesto la revoca degli atti per la gestione consorziale, in barba alle diffide della Sacom Lunedì scorso, in sede di consiglio comunale è stato costituito un comitato del cinquantenario dell’autonomia del Comune di Falciano del Massico. Nella stessa seduta si è provveduto alla revoca degli atti relativi alla costituzione di un Consorzio […]

    Nella foto Freddino, Santoro e Prata

     In consiglio ha chiesto la revoca degli atti per la gestione consorziale, in barba alle diffide della Sacom

    Lunedì scorso, in sede di consiglio comunale è stato costituito un comitato del cinquantenario dell’autonomia del Comune di Falciano del Massico. Nella stessa seduta si è provveduto alla revoca degli atti relativi alla costituzione di un Consorzio tra i Comuni di Carinola e Falciano del Massico per la gestione e l’ampliamento del cimitero di San Lorenzo situato a Casanova di Carinola.

    Falciano presenta ancora il problema della sepoltura dei propri cari, visto che il cimitero di San Lorenzo, per motivi di spazio, non può ospitare altri loculi; in più Falciano continua a ricevere due di picche dal Comune di Carinola per l’ampliamento del luogo sacro.

    Per questi motivi il sindaco Santoro ha preferito virare verso la costruzione di un’area cimiteriale a Falciano del Massico, con tanto di progetto preliminare, nei pressi del lago, suscitando le diffide della Sacom, la società che gestisce il cimitero. L’opposizione, guidata da Corrado Freddino e Igor Prata, si dichiara favorevole alla costruzione di un nuovo cimitero, ma si è mostrata abbastanza scettica riguardo la legittimità della risoluzione contrattuale.

    In sintesi, nell’ “Indipendence day” il Comune di Falciano si è trovato a sciogliere un vecchio nodo con il caro Comune di Carinola.

    Antonio Caputo

    PUBBLICATO IL: 6 febbraio 2014 ALLE ORE 17:01