Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESLUSIVA S.MARIAC.V. Amico bio e Zarzaca “beccano” 800 euro di multa dalla Siae e ora pretendono che questi soldi gli vengano rimborsati dal forum dei giovani


    In questa barzelletta di città, in cui non c'è alcuna serietà e nessuna autentica trasparenza tra l'amministrazione comunale e diversi imprenditori privati, succede anche questo

    carlo troianiello_vincenzo adelini

    Nella foto da sinistra: Carlo Troianiello e Vincenzo Adelini

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Anche il forum dei giovani è finito nel tritacarne delle particolari relazioni  che l’amministrazione comunale intrattiene con i suoi amici.

    A questo novero vanno iscritti, sicuramente, quelli del ristorante “Amico bio”, costruito ad un passo dall’anfiteatro. Amici speciali dell’amministrazione comunale ma anche del ben noto Francesco Sirano, funzionario della locale sezione della Sovrintendenza ai beni archeologici. Speciali, anzi specialissimi, visto quello che è stato concesso di fare, dalla canna fumaria in giù fino ai capuani che hanno messo a presidio del locale il ben noto Zarzaca, passato da tempo sotto l’ala protettrice della famiglia Di Muro.

    Il forum dei giovani, presieduto dal figlio dell’ex assessore Adelini, ha ricevuto, con i buoni auspici dell’assessore Troianiello, 2500 euro iva compresa per realizzare, lo scorso 30 dicembre, gli auguri di fine anno, scegliendo naturalmente diciamo così, nella stessa libera maniera con cui molti cittadini della Crimea hanno votato ieri al referendum, il ristorante Amico bio, come location dell’evento. Mille euro per spumantini e a aperitivi, qualcosina per misurati fuochi pirotecnici e qualche spicciolo ancora per l’intrattenimento musicale, con il tutto affidato all’organizzazione di Amico bio.

    C’erano 80 euro di Siae da pagare e nessuno li ha pagati. E se la Siae ha presentato la multa ad amico bio e non al forum dei giovani, ci sarà pure un perché: 800 euro di salata contravvenzione.

    Quelli del ristorante, però, hanno pensato bene, dato che, evidentemente, non si sentono in debito con l’amministrazione comunale e, probabilmente, hanno i loro buoni motivi per pensarlo, si sono arrabbiati di brutto e ora chiedono che gli 800 euro, pagati alla Siae, gli siano restituiti o dal comune o dal forum dei giovani che, su questa cosa ha convocato una riunione straordinaria.

    Senza commento.

    G. G.

    PUBBLICATO IL: 17 marzo 2014 ALLE ORE 11:31