Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA S.MARIA C.V. Un altro mese per Di Tommaso all’urbanistica, poi ritornerà Biondi. Lo accoglieremo con serenità


    Il suo processo va verso la prescrizione, per cui si profila un rientro in comune, alleggerito dall'archiviazione della "pazza idea" dei 432 appartamenti accantonata dai malatesta

    Nella foto Di Tommaso e Biondi

    Nella foto Di Tommaso e Biondi

     

    S.MARIA C.V  - Il dirigente Di Tommaso si è visto prorogare l’incarico all’urbanistica per un altro mese, fermo restando che nei lavori pubblici rimarrà insediato, probabilmente, ancora per anni.

    Questo avvalora le voci, che si vanno rincorrendo in maniera sempre più insistita in questi giorni, di un ritorno in sella di Franco Biondi, il dirigente che ha dovuto rinunciare a una proroga del suo incarico a causa della nota vicenda giudiziaria che dopo le condanne in primo e in secondo grado, per la questione dell’abuso d’ufficio relativo alla concessione data all’imprenditore casertano Sarpi diversi anni fa, va evolvendosi verso la prescrizione.

    Il non luogo a procedere consentirà a Biondi di rimuovere la ragione che lo ha tenuto lontano sia dall’incarico di dirigente del comune di Caserta, sia da quello che, a part time, ha svolto per anni a S.Maria C.V.

    Biondi ritornerà e, a quanto ci risulta, non c’è alcun pericolo che la porcata dei 400 e passa appartamenti dell’ex tabacchificio venga riproposta, perché sembra che la società degli imprenditori di Caserta Malatesta abbia ripiegato sulla riproposizione dell’idea, anch’essa, in verità, controversa, di costruirci centri commerciali su quell’area.

    Viene meno, in poche parole, uno dei motivi della nostra posizione sempre molto arcigna nei confronti di Biondi. Per cui, se e quando rientrerà lo rivaluteremo, con spirito sereno, in funzione degli atti che farà. Nulla avrà da temere se non favorirà le speculazioni edilizie, se rimarrà aderente alle norme urbanistiche vigenti, se non ricorrerà ad artifizi elusivi della buona gestione e della buona amministrazione.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 4 marzo 2014 ALLE ORE 18:01