Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA ROCCAMONFINA – Disastro scuole. Piove, condutture rotte, studenti tutti a casa


          Un’altra mattinata difficile, in cui l’attività è stata sospesa     ROCCAMONFINA – Domenica senza acqua e luce, gli studenti grandi e piccini del Comune di Roccamonfina sono stati costretti questa mattina  a non presenziare alle lezioni per il disservizio idrico. Le forti raffiche di vento, unite alla pioggia incessante, ieri mattina […]

     

     

     

    Un’altra mattinata difficile, in cui l’attività è stata sospesa

     

     

    ROCCAMONFINA – Domenica senza acqua e luce, gli studenti grandi e piccini del Comune di Roccamonfina sono stati costretti questa mattina  a non presenziare alle lezioni per il disservizio idrico.

    Le forti raffiche di vento, unite alla pioggia incessante, ieri mattina hanno messo fuori uso l’apparato elettrico nei pressi della frazione Cese del Comune di Roccamonfina.

    Il black out,  causato da una serie di  problemi  ai cavi della corrente  elettrica che, scontratisi tra di loro, hanno fatto scintille mettendo in pericolo gli automobilisti che si sono trovati a circolare sull’arteria stradale, ha generato poi il blocco dei macchinari preposti all’immissione di acqua nei serbatoi.

    Per tutelare l’incolumità delle popolazioni,  i vigili urbani, unitamente alle forze dell’ordine hanno circoscritto la zona, facendo deviare la circolazione stradale cosi da scongiurare ulteriori pericoli, dovuti allo spettacolo pirotecnico dei cavi elettrici.

    Gli operai della ditta preposta alla riparazione dei guasti elettrici, giunti immediatamente sul posto, hanno lavorato per il ripristino del servizio.

    Nonostante l’opera lavorativa degli operai che, hanno consentito ai residenti di poter poi usufruire della luce elettrica, il problema idrico non è stato risolvibile, infatti solo nella tarda mattinata di oggi, i responsabili del Consorzio Idrico sono riusciti a rimettere in funzione i macchinari.

    I docenti delle scuole roccane, constatato la mancanza di acqua, hanno optato per una “vacanza”, infatti ai ragazzi hanno riferito di far ritorno a casa, inutile dire che agli scolari il “ filone”  è piaciuto assai.

    Anna Izzo 

    PUBBLICATO IL: 10 febbraio 2014 ALLE ORE 16:17