Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MONDRAGONE – Smaltimento della frazione umida, 5 imprese invitate, risponde manco a dirlo solo una. Il ribasso “nano” per i mondragonesi


      Ad aggiudicarsi l’affidamento la società Eco Transider Srl sottoposta ad amministrazione giudiziale. Il Municipio si rifà all’art. 83 comma 3 del D. Lgs.  n. 159/2011, per il quale non è richiesta la documentazione antimafia.  MONDRAGONE – La società Eco Transider di Gricignano d’Aversa, mediante l’ennesima procedura negoziata per cottimo fiduciario del Comune di Mondragone ha […]

     

    Ad aggiudicarsi l’affidamento la società Eco Transider Srl sottoposta ad amministrazione giudiziale. Il Municipio si rifà all’art. 83 comma 3 del D. Lgs.  n. 159/2011, per il quale non è richiesta la documentazione antimafia. 

    MONDRAGONE – La società Eco Transider di Gricignano d’Aversa, mediante l’ennesima procedura negoziata per cottimo fiduciario del Comune di Mondragone ha ottenuto l’affidamento quadrimestrale del servizio di recupero della frazione organica umida della cittadina rivierasca. In base a quanto si evince dalla lettura della determina 1794 del 30 dicembre scorso, grazie a tale tipo di procedura di selezione, mediante la quale il Comune di Mondragone ha provveduto a trasmettere, prima gli atti di gara  a mezzo PEC (posta elettronica certificata), a 5 ditte: la Gesia Spa, l’Ilside Srl, la Des Srl, l’Impresud Srl e l’Eco Transider Srl, per poi ottenere solo un’unica risposta, quella rappresentata dall’offerta avanzata dall’impresa di Gricignano d’Aversa, è stato concesso il suddetto servizio con un ribasso irrisorio e poco consistente, pari all’1,5 %.

    Cosa significa ciò? Che mediante la decisione adottata dal Comune di Mondragone di ricorrere alla procedura negoziata per cottimo fiduciario, ancora una volta abbiamo constatato il fatto, come avviene un po’ ovunque nei comuni campani, che a rispondere all’appello è stata una sola ditta, la quale ha potuto beneficiare dell’assenza delle altre imprese che avrebbero, invece, potuto concorrere, consentendo maggiori ribassi, proponendo un costo per il servizio che sicuramente è vantaggioso per l’impresa, ma non per i contribuenti di Mondragone. ( - CHE alle ore 12:00 del 27 dicembre c.m., termine ultimo di ricezione dei plichi, risultava essere pervenuta la sola offerta dalla seguente ditta sotto elencata, così come risulta dall’elenco reso dal Responsabile dell’Ufficio Protocollo, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto – tratto dalla determina).

    Un altro aspetto che viene rilevato dalla lettura della determina è quello relativo al fatto che la ditta Eco Transider Srl  dagli atti di gara, risulta essere in amministrazione giudiziale. Ciò può essere considerata una garanzia. (Proprio un anno fa tale impresa fu oggetto di articoli di cronaca relativi al rischio delle dismissioni degli appalti di numerosi comuni casertani e napoletani  in seguito alla interdittiva antimafia scattata nei confronti, proprio della società Eco Transider srl, dopo l’inchiesta della Dda che colpì il gruppo imprenditoriale Ragosta operante in diversi settori imprenditoriali, tra i quali quello del ferro). Il Comune di Mondragone giustifica tale scelta col fatto che ai  ai sensi dell’art. 83 comma 3 del D. Lgs.  n. 159/2011, la documentazione antimafia non è richiesta per i provvedimenti, gli atti, i contratti e le erogazioni il cui valore complessivo non supera i € 150.000,00 iva esclusa. 

    Infatti, l’ammontare della base d’asta di questo bando era pari a 95.570,00 euro, con un ribasso prodotto dell’1,5% che ha consentito in tale frangente una piccola decurtazione del costo del servizio 94.136,45 euro, ai quali poi vanno aggiunti gli oneri di sicurezza e l’Iva al 10% che concretizza l’affidamento alla significativa cifra di € 104.601,37.

    Domanda: poteva essere intrapresa un’altra procedura di selezione che consentisse di risparmiare ulteriormente, o che consentisse di ottenere un maggiore ribasso e garantendo la più ampia partecipazione al fine di garantire più benefici al Comune di Mondragone e quindi ai contribuenti?

    Max Ive

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA DETERMINA

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 3 gennaio 2014 ALLE ORE 13:12